Caso addetto stampa Iacp: la Uil Fpl chiede la rimozione del dirigente

uil fplLa Uil Fpl aveva denunciato il 14 Marzo 2011 il conferimento dell’incarico di addetto stampa, attribuito dall’Iacp acquisendo un solo curriculum, in assenza di bando pubblico e senza alcun interpello interno. Oggi si apprende da un comunicato dello stesso sindacato che, con la sentenza n. 2489/2013 del 25 giugno 2013, La Corte dei Conti ha condannato la dottoressa Maria Grazia Giacobbe e l’Avvocato Giuseppe La Face per colpa grave e danno erariale alla restituzione di 16.500 euro oltre alla rivalutazione monetaria, interessi legali e spese processuali. «Nella stessa denuncia — ricorda il sindacato — si evidenziava  che l’impegno di spesa non era conforme alla legge in quanto privo della copertura finanziaria». «La Corte dei Conti — continua Uil Fpl —  ha ritenuto inutile l’attribuzione dell’incarico di addetto stampa a soggetto esterno, e pur in presenza di professionalità interna, senza attestazione di copertura finanziaria. Pertanto l’atto è nullo e come disposto dalla normativa vigente, peraltro richiamata in Sentenza, i “Dirigenti che dispongono atti privi di copertura finanziaria sono rimossi dall’incarico su iniziativa dell’amministrazione competente”». Alla luce della condanna, lo stesso sindacato chiede ora all’Assessorato competente e al Commissario Lo Conti il pieno rispetto della legge allo Iacp e la rimozione della Dirigente, la dottoressa Giacobbe, dal suo incarico.

(31)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *