Atm, altissima adesione allo sciopero. Si aspettano i fondi statali

Atm protesta AccorintiIl Comune attende i trasferimenti statali per poter pagare almeno due mensilità arretrate ai lavoratori Atm. Difficilmente le somme arriveranno entro il 25 dicembre. Oggi lo sciopero e il sit-in all’interno di Palazzo Zanca. 

Orsa, Ugl, Cub e Faisa Cisal: 

“L’altissima adesione allo sciopero indetto da OR.S.A.-UGL-CUB e FAISA ha superato ogni aspettativa, nonostante le “azioni di disturbo” dell’azienda e dei soggetti che, spinti dal basso interesse di bottega, sono costantemente impegnati a contrastare le iniziative del sindacato autonomo e di base, i lavoratori hanno risposto con numeri importanti: 100% alla tranvia, 70% Bus e ZTL.

Molto partecipato anche il sit-in a palazzo Zanca dove un centinaio di dipendenti hanno manifestato per denunciare l’ormai cronico ritardo nel pagamento degli stipendi. Nella prima settimana di dicembre i lavoratori hanno ricevuto solo lo stipendio di settembre e ancora aspettano le mensilità di ottobre, novembre, dicembre e la tredicesima.

La dichiarazione del sindaco Accorinti – “stiamo facendo tutto il possibile” – non è servita a mitigare la “rabbia” di gente che lavorando senza ricevere alcun compenso si trova aggredita dai creditori e dagli interessi bancari.

Dopo l’acceso confronto con il primo cittadino, una rappresentanza di lavoratori accompagnati dai segretari di OR.S.A., UGL, CUB e FAISA hanno incontrato il Segretario generale Le Donne e l’assessore Cacciola, i rappresentanti dell’Amministrazione hanno garantito per il trasferimento del dodicesimo  di dicembre che servira’ pero’ a pagare solo uno stipendio e di cui ancora non vi e’ liquidita’ nelle casse comunali , mentre, per i 4 milioni che la regione deve all’ATM, relativi al chilometraggio effettuato negli anni 2012-2013, i tempi potrebbero essere ancora lunghi.

L’unica speranza per pagare almeno due mensilità entro dicembre – richiesta perentoria avanzata al tavolo da Orsa Ugl Cub Faisa – risiede nel trasferimento dello Stato, circa 35 milioni, che dovrebbero arrivare a Messina in tempi brevi, domani si attende risposta ufficiale dalla,sede centrale, pertanto, le OO.SS. hanno chiesto al Segretario Generale Le Donne di anticipare una parte di questa somma statale per consentire  il pagamento di almeno due stipendi. La quota anticipata all’ATM sarebbe in seguito defalcata dalle sovvenzioni regionali relative al chilometraggio.

L’Amministrazione ha dichiarato ufficialmente che farà di tutto per realizzare quanto richiesto dai rappresentanti dei lavoratori, altro ostacolo da superare sarà la limitazione dei tempi di trasferimento delle somme fra Comune e Banca Nazionale del Lavoro che per motivi a noi sconosciuti vanno ben oltre la normale routine e che con ogni probabilità non consentira’ ai dipendenti atm di percepire gli stipendi prima del Natale  anche se e’ stato garantito l’interessamento in prima persona del Segretario Le Donne per velocizzare gli adempimenti bancari.

Il livello di attenzione di OR.S.A.- UGL- CUB e FAISA resta alto, entro la fine dell’anno i lavoratori hanno il diritto di ricevere quanto necessario per sopravvivere, questa è la priorità che il comune deve assumere, successivamente ci sarà da lavorare con serietà e determinazione per tagliare i rami secchi, allontanare gli incapaci e rendere produttiva ed efficiente l’azienda che ha il compito di garantire il Trasporto Pubblico Locale ai cittadini di Messina”. 

(31)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *