Protesta del Seguenza: «Vogliamo restare nella scuola che abbiamo scelto»

Foto dell'assemblea di istituto al SeguenzaIl Seguenza non si tocca. Un coro di voci si è alzato questa mattina a Piazza Duomo a Messina: gli studenti del liceo scientifico “Giuseppe Seguenza” hanno protestato a gran voce contro la proposta di trasferire il liceo linguistico della scuola al liceo classico Maurolico.

Molte le motivazioni che hanno spinto ragazzi e docenti a protestare; lo stesso dirigente scolastico, Lilia Leonardi, si è opposta con forza alla proposta, illustrando anche alcune alternative possibili al nuovo Piano di dimensionamento della rete scolastica di Messina.

Foto del Liceo SeguenzaIl provvedimento a firma dell’assessore regionale Lagalla prevederebbe il trasferimento di 350 studenti dal liceo Seguenza al Liceo Maurolico, per scongiurare la mancata autonomia di quest’ultimo.

«Il nostro dissenso lo abbiamo già precedentemente manifestato con la Lettera Aperta che è stata inviata agli Organi di Stampa – scrive il Comitato Studentesco – Noi “Seguenzini” vogliamo restare nella scuola che abbiamo scelto».

È sicuramente comprensibile la volontà di trovare una strada per garantire l’autonomia del Liceo Maurolico ma, in effetti, non è di facile condivisione la scelta di interferire con il percorso scolastico già intrapreso dagli studenti che hanno preferito il liceo Seguenza.

 

(183)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *