Provincia, chi ha diritto alla pensione non potrà più restare in servizio

provinciaObbligo di pensione, ottenuti i requisiti, per i dipendenti della Provincia. Saranno bocciate le richieste di mantenimento in servizio. Il commissario di Palazzo dei Leoni, Filippo Romano, ha approvato un atto di indirizzo agli uffici che si occupano del personale con al primo punto: “Provvedere al collocamento obbligatorio in pensione nel rispetto delle norme vigenti”. Gli uffici della Provincia non dovranno accogliere le richieste di trattenimento in servizio per tutti coloro che abbiano maturato i requisiti previdenziali. Tra le disposizioni di Romano anche di provvedere alla eventuale revoca per i trattenimenti disposti ma non efficaci alla data dell’entrata in vigore del decreto 90 del 2014. Il Consiglio dei Ministri ha infatti adottato la nuova normativa per favorire il turn over dei lavoratori del Pubblico Impiego. Così all’ente di Corso Cavour sarà ridefinita la dotazione organica con riferimento al personale in servizio sia a tempo determinato che a tempo indeterminato e la mappa dei profili professionali. La legge 122 del 2010 e il decreto legge 90 del 24 giugno scorso dettano norme sul Lavoro Pubblico con specifico riferimento al ricambio generazionale imponendo la revoca, da fine ottobre, dei trattenimenti in servizio e semplificando le procedure di Turn over. Alla Provincia le spese correnti coprono il 60% della spesa del personale come risulta dall’ultimo bilancio approvato dove è stato segnalato dai Revisori dei Conti che era stato sforato il Patto di Stabilità 2013. @Acaffo 

(27)

Categorie

Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *