Lavoro. Siglato l’accordo tra CUB Trasporti e CAS

caselloSiglato, dopo una lunga contrattazione, l’accordo tra il CAS (Consorzio Autostrade Siciliane) e CUB Trasporti (Confederazione Unitaria di Base).

La negoziazione ha riguardato, tra le altre cose, la sicurezza e i turni di lavoro dei dipendenti, e ha portato alla revoca dello sciopero previsto per lo scorso mercoledì 28 febbraio.

«I risultati ottenuti sono frutto di una travagliata contrattazione durante la quale è prevalso il senso di responsabilità del CAS – ha dichiarato CUB Trasporti. L’accordo raggiunto non più comunque ritenersi del tutto esaustivo, perché la parte datoriale presente ha ritenuto necessario rinviare a data da destinarsi la trattazione di tre punti della vertenza, adducendo la propria mancata titolarità in merito».

«In ogni caso – sottolinea il sindacato – le forme di sciopero attuate, che hanno visto la massiccia partecipazione dei lavoratori, anche non aderenti alla CUB, sono state decisive».

I punti dell’accordo

  1. Dotazione dell’organico nelle stazioni/caselli
    È stato programmato un incremento del personale in maniera tale da assicurare presenze sufficienti su tutte le tratte autostradali interessate;
  2. Sicurezza e tutela della incolumità fisica del personale e lavoro notturno in solitario del personale
    Nel caso l’esattore si trovi a gestire da solo il casello durante le ore notturne, tale casello sarà attivato solo in modalità automatica. La presenza del dipendente dovrà servire solo da supporto;
  3. Turno 9 o cosiddetto “spezzato”
    Verrà ridotto il ricorso al turno spezzato, o flessibile, nella turnazione mensile. Saranno esclusi da tale mansione coloro che non abbiano dato il proprio consenso preventivo;
  4. Ferie, permessi, riposi compensativi, festività, ecc.
    Nel periodo estivo sarà riconosciuto al personale il previsto 55% di fruizione continuativa delle ferie. Salvo casi di ragionevole urgenza, i permessi saranno concessi su richiesta effettuata con un preavviso di cinque giornate;
  5. Punto Blu interpello prot. 131/d.g. del 17/03/2017
    Su tale argomento e in materia equivalente, per esempio, nel caso di casse automatiche, sarà allestita una commissione di verifica atta ad accertare i requisiti previsti. Avrà priorità il requisito principale dell’anzianità;
  6. Riordino dell’organico delle stazioni
    Nell’attesa di predisporre il riordino del personale attivo nelle stazioni, l’Amministrazione si impegna a valutare e accogliere eventuali avvicinamenti temporanei degli ATE (Agenti Tecnici Esattori). Nel contempo si valuteranno eventuali posizioni anomale;
  7. Le parti convengono, riguardo la sicurezza nei posti di lavoro, l’eventuale attivazione degli impianti di esazione (MCT) con l’impegno di valutarne la fattibilità e l’immediatezza.

La discussione su alcuni punti è stata rinviata a data da destinarsi. Si tratta in particolare di temi quali:

  • gli adeguamenti salariali al CCNL (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro ) non ancora corrisposti e bloccati dal 2009;
  • la trasformazione del personale ATE da Part-Time in tempo pieno Full-Time, e la contestuale assunzione di nuovo personale;
  • gli “aumenti per anzianità” (art. 18) e la “progressione economica di carriera” (art. 13 bis ).

(308)

Categorie

Lavoro, Sindacale

1 Commento

  • massimo scrive:

    Come cittadino, utente, vorrei chiedere chi sono i tecnici preposti al controllo della qualità del materiale posato per la bitumazione della tratta autostradale Messina Catania e viceversa. È vergognoso, diciamo scandaloso, vedere dov’è stato realizzato il nuovo manto stradale già alcuni tratti sono danneggiati, in questo paese incivile purtroppo chi sbaglia vince, non paga!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *