“Il viaggio del cuore” al Sea’s Sport in ricordo delle vittime stradali

memoria-per-le-vittime-della-stradaOggi, alle 20.30, il progetto nazionale sulla sicurezza stradale “Il viaggio del cuore” farà tappa al lido Sea’s. Il progetto, patrocinato dal Comune di Rieti, va avanti da diversi anni diffondendosi in molte città italiane, quest’anno è stato promosso anche nella nostra città dall’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, il Centro Artistico del Mediterraneo in partnership con l’Associazione “Segnali di fumo”.

L’evento verrà inoltre registrato in una puntata del programma televisivo “Onderod On the road”, diffuso poi dalla Web Tv “Rete Zero” a livello nazionale anche mediante l’utilizzo dei social network. La puntata assumerà infatti la forma di un talk show interattivo, un ‘salotto’ virtuale a cui chiunque potrà prendere parte attraverso la pagina facebook del Cam; durante il programma l’Aifvs dialogherà con le istituzioni, una schiera di intellettuali, artisti e sportivi.

Poi, il Comune di Rieti stringerà un simbolico gemellaggio – tramite l’ideatore del tour, Fulvio Iamperi – con il nostro Comune, in quanto promotori della sicurezza nelle strade.

“Onderod On the road” sarà un programma itinerante che – con l’obiettivo di promuovere la beltà della vita attraverso le bellezze della Sicilia – si svolgerà attraverso incontri con personaggi e attività virtuose del territorio.

Per quanto riguarda l’evento in programma stasera, si coglierà l’occasione per ricordare tutte le vittime della strada e in particolar modo, tra le ultime, Lorena Mangano la cui vita distrutta è un forte richiamo morale per le istituzioni, perché siano garanti della legalità e del rispetto dei diritti umani.

Ricordare le Vittime è importante, perché oltre ad essere doveroso serve anche da monito per la prevenzione. A tal fine le associazioni invitano a partecipare numerosi all’iniziativa, per dare forza all’impegno di tutelare sulle strade i valori inviolabili della vita e della salute attraverso i comportamenti responsabili degli utenti della strada e delle istituzioni.

(31)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *