Settimana europea della Mobilità: a Messina sbarca il trasporto ecosostenibile

IMG_3028Presentata oggi, a palazzo Zanca, la “Settimana europea della Mobilità” – a cui Messina parteciperà per il secondo anno consecutivo – dal 16 al 22 settembre.

Lo scopo dell’iniziativa, promossa dall’Unione Europea, è quello di incentivare la mobilità sostenibile, incoraggiando i cittadini allo sfruttamento dei mezzi pubblici o alternativi al mezzo privato. L’obiettivo è di ridurre al minimo il traffico nelle città e l’emissione di gas di scarico, che sono quelli che inquinano maggiormente l’aria, creando l’effetto serra.

Le iniziative della Settima europea della Mobilità

Sarà diffuso da parte dell’Atm un biglietto speciale, valido tutta la settimana, al costo di 5 euro.

Alcune strade principali saranno chiuse e  pedonalizzate, come via dei Mille e una parte di viale San Martino. Questi tratti di strada verranno sfruttati per presentare ai cittadini alcuni mezzi di trasporto ecologici (auto elettriche, bici, scooter elettrici).

foto programma Settimana europea della MobilitàDurante la settimana sarà anche attivato un concorso fotografico che consiste nel fare una foto da un autobus, alla città: il vincitore sarà premiato con un abbonamento ATM, valido un mese.

Sono previsti anche dei convegni, al Palacultura, a cui parteciperanno le scuole. I temi saranno: “Messina nel futuro”, “Sperimentazioni in città”, “Focus su mobilità pedonale e ciclistica”, “Mobilità pulita, condivisa e intelligente”.

«La Mobility Week – ha affermato la mobility manager del comune di Messina, Silvana Mondello – ha lo scopo di stimolare i comuni europei a introdurre l’uso del trasporto sostenibile, incoraggiando i cittadini a fruire dei mezzi alternativi ecosostenibili. Messina è in cammino in questo senso e speriamo che questo porti a una riduzione notevole del traffico cittadino, causato per lo più  da mezzi privati».

«Il fatto che si promuovano queste iniziative – ha affermato il sindaco, Renato Accorinti – è segno di un profondo cambiamento, che sta avvenendo molto lentamente, ma come ogni rivoluzione di questo genere serve pazienza. C’è ancora molta strada da fare, ma Messina si è mossa con tante iniziative: a partire dalle piste ciclabili, alle isole pedonali, all’incremento dell’offerta di trasporto pubblico. Puntiamo in alto emulando chi è migliore di noi».

Martina Zaccone

(132)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *