Sabir Fest Messina: al via la seconda giornata

Locandina della quarta edizione del Sabir Fest - Messina

Tutto pronto per la seconda giornata del Sabir Fest Messina, il festival della cultura e cittadinanza Mediterranea che come anticipato, coinvolge, dal 5 all’8 ottobre Catania, Reggio Calabria e, appunto, Messina.

Il programma di questo venerdì messinese prevede una serie di incontri, proiezioni cinematografiche, laboratori e performance teatrali.
In dettaglio:

  • Alle 10.00 “Colpi di Fulmine” nel transetto del Monte di Pietà. L’evento vedrà protagonisti gli studenti messinesi e lo scrittore calabrese Vins Gallico, autore, per Fandango libri di “La barriera”. Con lui dialogherà la giornalista Anna Mallamo della Gazzetta del Sud;
  • Sempre alle 10.00, alla Chiesa di san Tommaso il vecchio, prenderà il via la serie di incontri della sezioneTradurre il Mediterraneo”, ideata in collaborazione con Babel festival e Naxos Legge. Si comincerà con “Giovani poeti migranti”, un progetto di traduzione a cura di Nausikaa Angelotti, Saleh Addonia e gli studenti del Liceo Caminiti (Giardini Naxos). A seguire, il laboratorio di traduzione coordinato da Barbara Sommovigo in collaborazione col Corso di Laurea in Linguistica e Traduzione (UniPi), sul tema “Ospiti della lingua. Tra-durre per non tra-dire”. All’incontro parteciperanno anche gli studenti del Liceo Ainis. La sezione si chiuderà alle 17.00 al Monte di Pietà con “La traduzione come ospitalità” e la presentazione del volume “Le parole dell’interprete. Pratiche della mediazione culturale” (ed. Palermo University Press) di Antonino Velez.
  • Alle 11:30 al Monte di Pietà, per la sezione SabirLaboratori lincontro sul tema “Migranti e rifugiati”, che vedrà coinvolti gli studenti del Liceo Ainis. L’evento è organizzato da Amnesty International Sicilia, a sostegno della campagna I welcome;
  • Nell’ambito di SabirMaydan è previsto per le 17.00 alla Chiesa di san Tommaso il vecchio, l’incontro con Giuseppe Barbera, autore di “Abbracciare gli alberi” (Il Saggiatore). Interverranno Maria Peteinaki, Alessandra De Santis e Giorgio Menchini. Alle 19.00, sempre all’interno della sezione SabirMaydan, l’incontro “La dieta mediterranea alla prova dei cambiamenti climatici”, con Michele Buonomo, Valerio Calabrese e Giorgio Menchini;
  • Alle 18.00 a palazzo Mariani avrà luogo la presentazione del volume “Mediterraneo” di Armin Greder (Orecchio Acerbo). Dialogherà con lui Riccardo Noury;
  • Alle 19.30 al Monte di Pietà si terrà l’incontro su “Se libertà non fa rima con solidarietà”, organizzato in collaborazione col Cospecs (UniMe). Saranno presenti il giornalista Pietro del Soldà e la professoressa Antonia Cava;
  • Alle 20.00 per la sezione Visioni (S)cortesi, i cortometraggi del regista Stratis Vogiatzis sulla crisi greca;
  • Alle 20.30, alla Galleria Vittorio Emanuele, l’incontro su Corsica e Sicilia, isole in versi e in canto”. L’evento vedrà la presentazione dei volumi “Ùn cunnosce cunfini a puesia” di Alanu Di Meglio e “Paesi ossessiunali e viaghji, in cant’e puisia” di Patrizia Gattaceca;
  • In conclusione, alle 21.30 al Monte di Pietà, la sezione (S)cortesie plateali chein collaborazione con la Rete Latitudini e il Teatro Clan Off, metterà in scena “Fanculo Pensiero. Stanza 150” con Ippolito Chiarello, regia di Simona Gonella, drammaturgia di Michele Santeramo e produzione Nasca Teatri di Terra.

Foto di Sabir Libri durante il SabirFest 2017 - Galleria Vittorio Emanuele, Messina

Il pomeriggio della Galleria Vittorio Emanuele sarà invece dedicato interamente ai più giovani. La sezione SabirRagazzi si aprirà con la presentazione del volume “Lina e il canto del mare” di Flora Farina e Laura Riccioli, organizzata della casa editrice Mesogea. Alle 16.00 è previsto l’incontro a tema “Filosofia con i bambini”, a cura di Roberta Giusto e Giovanna Martines. Alle 18.00 al via l’animazione con ActorKids.

La mostra-mercato editoriale SabirLibri sarà aperta giovedì 5 dalle 17.00 alle 22.00, venerdì 6 e sabato 7 dalle 10.00 alle 24.00 e domenica 8 dalle 10.00 alle 23.00.
Il festival è stato inaugurato mercoledì 4 ottobre, con la presentazione del murale realizzato dall’artista siriana Diala Brisly e dagli studenti del liceo Basile, in via XXIV maggio.

 

 

(145)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *