S.E.M.E. La scuola per la promozione dello sviluppo sostenibile nel Sud del Mondo

horcynus orcaVerso… La scuola Euromediterranea di Economia Etica, di Bellezza e di Pace (S.E.M.E.)” è il titolo del seminario che si è tenuto stamattina e continuerà per tutta la giornata, sino alle 17.30, presso il Parco Horcynus Orca, organizzato dalla Fondazione di Comunità di Messina.

Il seminario, co-finanziato dalla stessa Fondazione e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per il programma straordinario di riqualificazione delle periferie urbane, si svolge nell’ambito delle attività del progetto “Capacity” e ha come obiettivo la promozione di una scuola che formi una classe dirigente pubblico-privata capace di sperimentare nuove proposte economico-sociali sui differenti territori del bacino del Mediterraneo e, più in generale, del Sud del mondo. Capofila del progetto il Comune di Messina.

«S.E.M.E. di Bellezza e di Pace avrà il compito ambizioso – afferma Gaetano Giunta, segretario generale della Fondazione di Comunità di Messina – di rintracciare nel mondo pratiche virtuose proiettate verso un futuro sostenibile e operare per il cambiamento e il mainstreaming a livello internazionale. La scuola avrà una struttura a rete ma il suo baricentro e la sede principale sarà Messina».

«Questo seminario – aggiunge Antonina Santisi, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Messina – ci permette di approfondire la conoscenza di modelli socio-economici, e più in generale di modelli di relazioni tra le persone, a cui deve tendere il welfare cittadino per restituire libertà e autonomia ai nostri concittadini più fragili».

Durante il seminario vari sono gli interventi previsti, tra cui Rainer Schlüter, co-fondatore della piattaforma europea della cooperazione e della Rete Europea di Città e Regioni per l’Economia Sociale REVES, Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione con il Sud, Fabio Salviato, Presidente di SEFEA Impact, Paolo Bracaglia, Direttore Generale Credito cooperativo Valdarno Fiorentino, Felice Scalvini, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Brescia e presidente di REVES, Emanuele Crescenti, Procuratore Capo di Barcellona P.G., Antonino Ciraolo e Gaspare Motta, Dipartimento di Salute Mentale – ASP Messina ed Angelo Righetti, Fondazione di Comunità di Messina e Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri.

(101)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *