Natale a Messina. A Piazza Cairoli educazione stradale e quiz sugli stili di vita

natale piazza cairoliSapori e sicurezza, continuano gli appuntamenti con il Natale di piazza Cairoli. Dopo il successo del “Cous cous sensorial party” di Capodanno, oggi è il turno dell’incontro con i volontari della Croce Rossa, che terranno un quiz sull’educazione stradale.

A seguire si rinnova il consueto appuntamento culinario, oggi con gli arancini di Tommaso Cannata.

locandina con gli eventi di natale a piazza cairoli - messina - 2017Il Programma di oggi

Ore 17.00:  appuntamento con lo Stand Socioculturale. I volontari della Croce Rossa terranno un quiz sull’educazione stradale e sugli stili di vita sani;

Ore 20.00: al Laboratorio artigianale del Gusto, ospite d’onore sarà Tommaso Cannata, che realizzerà un arancino usando solo prodotti siciliani.

Il Programma del 3 gennaio

Ore 17.00: appuntamento con lo Stand Socioculturale. I volontari di AddioPizzo doneranno prodotti frutto di terre sottratte alla criminalità organizzata. Il CIRS (Comitato italiano reinserimento sociale) presenterà un progetto di integrazione lavorativa per le donne in stato di difficoltà sociale;

Ore 20.00: al Laboratorio artigianale del Gusto degustazione dei pidoni di Portella.

Il resoconto di ieri

Ormai appuntamento fisso del tardo pomeriggio, il Laboratorio artigianale del Gusto ha intrattenuto e deliziato i messinesi con il “Cous cous sensorial party”. Lo chef Anthony Andaloro, protagonista della serata, ha preparato cinque assaggi di cous cous che i commensali hanno assaporato bendati per cercare di indovinare gli ingredienti.

Ufoto di persone al tavolo del Laboratorio artigianale del gusto di Piazza Cairoli - Messinan vero appuntamento al buio con un piatto entrato a far parte della cucina mediterranea ai tempi della dominazione araba e che oggi costituisce una delle principali pietanze della gastronomia siciliana. Le cinque diverse portate servite nel corso della serata presentavano note dolci, salate, fruttate e speziate. «Il cous cous ormai è un piatto internazionale – ha commentato lo chef Andaloro – caratterizzato da note che riportano all’entroterra siciliano ma anche al nord Africa, a paesi come la Tunisia e il Marocco».

Ad accompagnare le pietanze, i vini scelti dal sommelier e presentatore Roberto Raciti: un Prosit rosè di nerello mascalese vinificato in rosè con metodo charmat delle Cantine Patria e un Passito Eneo, naturalmente sempre delle Cantine Patria.

Al tavolo istituzionale erano presenti: la responsabile del settore socio-culturale della Confcommercio, Sabrina Assenzi; il chirurgo estetico Giuseppe Picarella; la presidente e la vicepresidente dell’associazione “Gli Invisibili” Cristina Puglisi Rossitto e Anna Frazzica, che da tempo aiutano le persone con grande disagio sociale ed economico. A loro favore è stata effettuata una donazione libera da parte dei presenti, grazie alla quale i componenti dell’associazione potranno comprare delle calze proprio in occasione della festività della Befana.

I gestori di una storica tabaccheria di piazza Cairoli hanno omaggiato i presenti con dei sigari aromatici caraibici. Il presidente provinciale della Confcommercio, Carmelo Picciotto, ha commentato: «Il prossimo 7 gennaio per noi non sarà un punto di arrivo ma di partenza».

(232)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *