MessinArte: il 9 giugno in scena lo spettacolo “La Libertà di essere folle”

Foto del teatro vittorio emanuele

Messina. Il 9 giugno il Teatro Vittorio Emanuele ospiterà lo spettacolo teatrale “La Libertà di essere folle”. L’opera di Titti Mazza con la regia di Fabio La Rosa prevede un cast formato da soggetti disabili e normodotati, ed è frutto della V edizione di MessinaArte: progetto che nasce grazie all’iniziativa dell’associazione “I Giovani del Pirandello” in collaborazione con l’Università di Messina 

L’associazione, nata nel 2010 da un’idea di Titti Mazza, ha lo scopo di promuovere iniziative formative, artistiche e culturali in un percorso che mira all’integrazione di soggetti abili e diversamente abili nella comunità. Il Laboratorio teatrale dell’associazione, condotto dal regista Fabio La Rosa, è un progetto che cerca di facilitare questa integrazione (spesso difficile da raggiungere in situazioni quotidiane) tramite la recitazione sul palco.

«Lo spettacolo– spiega il regista Fabio La Rosa – è un vero e proprio trionfo di corpi, ritmo, sincronia e movimento. Nel racconto delle varie “follie” i ragazzi racconteranno di volta in volta: i sogni, gli incubi, i desideri e i ricordi di ciascun personaggio».

Il costo del biglietto da acquistare direttamente al Teatro Vittorio Emanuele è pari a 10 euro, ma per gli studenti dell’Ateneo il costo del biglietto è ridotto a 5 euro.

L’associazione collabora con l’Ateneo peloritano, tra l’altro, per la progettazione di iniziative didattiche rivolte sia agli studenti che agli associati de “I Giovani di Pirandello”, e nella programmazione di attività laboratoriali, stage e attività. teatrali.

(125)

Categorie

Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *