Messina Street Food Fest: tutte le novità dell’edizione 2019

Presentata oggi al Salone delle Bandiere, la terza edizione del Messina Street Food Fest, dal 10 al 13 ottobre a Piazza Cairoli.

Una quattro giorni, quello del Messina Street Food Fest, con un programma fittissimo dedicato al cibo, alla solidarietà e all’intrattenimento. 40 gli stand provenienti dalla Sicilia ma anche dalla Toscana, dal Lazio e dall’Abruzzo, con una ricca presenza messinese, naturalmente. 15 operatori nuovi e 20 nuove proposte gastronomiche. Una novità fra tutte: le arepas, gustose focaccine del Sud America.

«Sembra ieri – racconta Alberto Palella, qui in duplice veste di Presidente della Confesercenti e organizzatore del festival – che abbiamo messo in piedi questa manifestazione e, invece, siamo già arrivati alla terza edizione. Un momento di aggregazione – continua Palella – molto gradito dai messinesi».
Piazza Cairoli, infatti, diventa luogo di incontro per grandi e piccoli, «un modo per riappropriarsi degli spazi cittadini e generare un indotto economico, che attrae gente – spiega Palella – non solo da Messina ma anche dal resto della Sicilia e dalla Calabria».

Insieme agli stand (i lavori sono già iniziati a Piazza Cairoli) anche 9 show cooking in programma, con la collaborazione degli studenti dell’Istituto Antonello e del Gran Mirci, presentati anche quest’anno da Valeria Zingale. Tre gli chef stellati: Paolo Gramaglia del “President” di Pompei, Claudio Ruta de “La Fenice” di Ragusa e Francesco Patti del “Coria” di Caltagirone. E proprio durante le performance culinarie verrà lanciato il nuovo progetto del Messina Street Fest. «In questa occasione – dice Palella – lanceremo il Messina Street Fish. Gli show cooking, infatti, saranno dedicati al pescato locale e alla tradizione». Insieme alle Stelle Michelin, anche due giovani chef emergenti e Natale Giunta, ospite fisso de La Prova del cuoco e gradito ritorno all’evento.

Non solo gastronomia ma anche solidarietà. Per evitare gli sprechi, infatti, le materie prime non utilizzate degli stand verranno donate ai Padri Rogazionisti che seguono la mensa di Sant’ Antonio. Mentre l’intero ricavato degli show cooking, verrà devoluto al Centro Clinico Nemo Sud. «Grazie a queste donazioni – racconta Daniela Lauro vice presidente della Fondazione Aurora Onlus – avremo la possibilità di potenziare i nostri laboratori per i pazienti più piccoli che arrivano a Messina proprio per fare l’infusione per l’atrofia muscolare spinale. Queste iniziative sono molto importanti per chi si occupa di ricerca, perché riusciamo a sviluppare i nostri Centri grazie anche alla solidarietà dei messinesi».

Immancabile l’intrattenimento con performance live, cabaret e dj set, che calcheranno il palco della piazza, con tra gli altri: Denny Napoli, i Vano Motore e il Mago Alex che intratterà i più piccoli.

Un evento atteso, che ci tenta, così come esclama lo slogan scelto per la comunicazione curata da Subversiva. «Siamo molto contenti di partecipare ad uno degli eventi più importanti di questa città – dice Fabio Massimiliano di Subversiva. Abbiamo scelto il polpo perché fa parte della nostra tradizione, dalle forme sinuose che si muove anche quando è immobile. Animato grazie al lavoro di Andrea Grasso, graphic designer che ha lavorato moltissimo sulla composizione visiva. Un modo per trasmettere con ironia l’abbondanza e la gioia di questo evento».

Da domani sarà aperto l’InfoPoint di Piazza Cairoli, dalle 10 alle 19 per acquistare i token in prevendita.

 

(1257)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *