Messina. Al Comune un evento sulla trasparenza per migliorare gli appalti

Immagine di repertorio sugli appalti pubbliciMessina. Nel pomeriggio di oggi, 14 maggio, a partire dalle 15:30 il Salone delle Bandiere del Comune ospiterà esperti ed interessati di open government e trasparenza nella Pubblica Amministrazione.

L’incontro, dal titolo “Come l’open government aiuta a migliorare la spesa pubblica?”, vedrà la testimonianza di esperti internazionali e la partecipazione di amministratori locali e regionali che si confronteranno sui migliori modelli e gli strumenti più semplici per evitare sprechi e rendere più efficienti gli appalti pubblici.

L’evento è organizzato dall’associazione Parliament Watch Italia in collaborazione con il Comune di Messina e si pone l’obiettivo di essere un incontro concreto utile a raccontare, in modo semplice e accessibile a tutti, casi reali di successo in cui l’open government ha migliorato la spesa pubblica.

L’obiettivo è creare le condizioni per rendere più trasparenti gli appalti pubblici, adottando a Messina, unico caso in Italia, standard di dati aperti e sistemi di analisi sperimentati su scala mondiale.

Gli ospiti internazionali

Sul fronte delle testimonianze internazionali interverrà Karolis Granickas di Open Contracting Partnership (OCP), la più importante iniziativa internazionale in tema di trasparenza dei dati sugli appalti pubblici, che presenterà un modello pratico, oggi adottato da 35 governi locali nel mondo, per rendere più trasparente e accessibile ogni fase del processo di un appalto.

Alla presentazione di Granickas seguirà l’intervento di Anastasiya Anoshina, assessore di Mariupol City (Ucraina), che illustrerà i benefici già sperimentati nel contesto locale con la pubblicazione dei dati secondo gli standard promossi da OCP. Infine, Paul Boroday, consulente della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo, presenterà gli strumenti di analisi dei dati finalizzati al monitoraggio della spesa pubblica.

Le testimonianze locali

Francesco Saija, cofondatore di Parliament Watch Italia, chiarirà come l’apertura dei dati degli appalti pubblici è coerente e necessaria ai fini di una corretta sperimentazione di pratiche di monitoraggio civico a Messina.

A presentare le azioni già intraprese in questa direzione e le criticità per la spesa pubblica che possono trovare soluzione nell’applicazione del modello proposto saranno il vicepresidente della Regione Sicilia Gaetano Armao, gli assessori ai Lavori pubblici e allo Sviluppo Economico del Comune di Messina, Sergio De Cola e Guido Signorino, il segretario generale del Comune di Messina Antonio Le Donne.

Per tutta la durata dell’incontro – aperto ad amministratori pubblici, dipendenti della PA, cittadini interessati, tecnici ed esperti – sarà a disposizione dei partecipanti un servizio di traduzione simultanea. Tutti i dettagli sull’incontro sono disponibili sulla pagina ufficiale Facebook dell’evento.

 

L’iniziativa si inserisce nel contesto più ampio del progetto pilota avviato dal Comune di Messina, e richiamato dalla delibera di Giunta n. 789/2017, con cui si avvia un percorso di monitoraggio civico sulla realizzazione delle opere pubbliche, ispirato al programma della Commissione Europea “Integrity Pacts – Civil Control Mechanism for Safeguarding EU Funds”, oggi attivo in undici Stati membri.

(68)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *