Da Villafranca Tirrena all’Europa. Tutto pronto per il FUTUR@ Project

E’ tutto pronto a Villafranca Tirrena per dare il via ad “@ctive Dialogue on Cultural Heritage for the Future Europe – FUTUR@ Project”, il progetto presentato dal Comune e approvato dall’Agenzia Esecutiva EACEA della Commissione Europea.

Un appuntamento importante per il comune tirrenico che si prepara a diventare il trampolino di lancio di un grande progetto europeo che coinvolge diversi Paesi e che porterà avanti un percorso di scambio, dialogo e approfondimento sui concetti di identità, partecipazione e città partendo dal patrimonio culturale, motore per l’Europa del futuro.

In programma dal 18 al 21 dicembre, sarà l’aula consiliare del Palazzo Municipale di Villafranca a ospitare la prima sessione di conferenze europee mercoledì 19 e giovedì 20. Un progetto che poi toccherà gli altri paesi europei partner con altre quattro sessioni di incontro e confronto tra le varie anime e visioni di un’Europa che in questo modo abbatte ogni confine e rimette al centro i cittadini e le città alla ricerca e alla scoperta del valore e del nuovo ruolo che si vuole riconoscere al patrimonio culturale di ognuno.

La due giorni si svilupperà con interventi degli ospiti dei paesi membri e con la delegazione italiana rappresentata dai padroni di casa del Comune di Villafranca. Mercoledì 19 il tema della conferenza sarà la Rete delle città, mentre giovedì 20 il workshop sarà dedicato a “Digital cultural heritage” e vedrà anche la partecipazione del deputato Pietro Navarra.

“@ctive Dialogue on Cultural Heritage for the Future Europe” rientra nel programma comunitario Europa per i Cittadini Strand 2 – Democratic engagement and civic participation, Network of Towns.

Il progetto, redatto con il supporto tecnico dei progettisti europei Beatrice Bonfiglio e Agatino Celisi, ha ottenuto lo straordinario risultato di essere il primo tra i 4 progetti italiani ad avere l’approvazione della Commissione Europea e tra i 19 a livello europeo.

Obiettivi: creare una rete solida e duratura tra le Municipalità e le organizzazioni Europee coinvolte. Riflettere sul patrimonio culturale inteso come un insieme di valori comuni, memoria, conoscenza, identità e dialogo per l’Europa, che insieme contribuiscono a rinforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo. Promuovere il patrimonio culturale come fonte di ispirazione per la creazione contemporanea e l’innovazione.

Particolarmente orgoglioso il Sindaco Matteo De Marco: «Villafranca ha raggiunto un risultato importante in ambito europeo, siamo pronti per ospitare le numerose delegazioni internazionali che per quattro giorni si riuniranno nel nostro territorio per gettare le basi di una rete europea che vedrà Villafranca Tirrena in prima linea. E’ un’opportunità che ci regalerà la possibilità di vivere un’esperienza di respiro internazionale e di mettere Villafranca in circuito di sviluppo e dialogo».

I giovani saranno protagonisti di questo progetto. L’Assessore alle Politiche Sociali, Culturali e Giovanili, con delega alle politiche comunitarie e internazionali, Antonino Costa, sottolinea la valenza di questa iniziativa che si apre domani: «Abbiamo la possibilità di migliorare e di portare avanti un’azione di promozione del nostro territorio nell’ambito di uno scambio di livello europeo. Desidero ringraziare l’associazione Circum Vitae che è risultata vincitrice della manifestazione di interesse bandita dal nostro Comune e a cui è stata affidata l’organizzazione degli eventi. Villafranca è pronta ad aprire le nostre porte all’Europa».

(91)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *