Alla scoperta del borgo di Ganzirri. A Messina arrivano le Giornate FAI d’autunno

Stretto di MessinaLa prossima domenica i volontari del Fondo Ambiente Italiano accompagneranno messinesi e turisti in un viaggio alla scoperta del borgo di Ganzirri, in occasione delle Giornate FAI d’Autunno che si celebreranno in tutta Italia il 13 e il 14 ottobre.

Un’occasione unica per scoprire le meraviglie di uno dei villaggi più caratteristici della città di Messina, spesso vissuto distrattamente e freneticamente solo nel periodo estivo, come luogo di passaggio tra l’asfalto e la spiaggia, ma che nasconde al suo interno una bellezza tutta da scoprire, anzi, da “ri-scoprire”. Le attrazioni sono tante, al di là del panorama offerto al tramonto dai due laghi, le cui acque sono spesso increspate da aironi pronti a spiccare il volo, Ganzirri è custode di alcune delle tradizioni più antiche della città, a partire, per fare un esempio, dalla coltivazione e dalla pesca delle cozze.

Al momento i dettagli dell’evento organizzato dalla delegazione FAI di Messina non sono ancora stati resi pubblici, ma verranno svelati mercoledì prossimo, alle ore 10.00, presso la Sala Ovale del Comune di Messina. Vi parteciperanno il Comune di Messina, la VI Circoscrizione rappresentata dal Presidente Matteo Mangraviti, la Città Metropolitana, l’ARPA Sicilia Struttura Territoriale Messina – INFEA Settore Educazione Ambientale, l’Associazione Molluschicultori con il Presidente Ing. Salvatore Ruello, il Capo Delegazione FAI Messina Dott.ssa Giulia Miloro e il Responsabile Gruppo Giovani FAI Messina Giuseppe Bonaccorsi.

Cosa sono le Giornate FAI d’autunno?

Il Fondo Ambiente Italiano (FAI) è un’associazione attiva nella Penisola dal 1975 che si occupa principalmente di valorizzazione e tutela del territorio e del patrimonio paesaggistico. Ogni anno, in autunno, il FAI, grazie all’ausilio di migliaia di guide volontarie, organizza un’apertura straordinaria dei luoghi più belli delle province italiane e una serie di eventi e itinerari speciali finalizzati a far conoscere a cittadini e turisti le bellezze del Bel Paese.

Quest’anno saranno precettati in tutta Italia 3.800 volontari, che guideranno i curiosi nei 150 itinerari a tema organizzati in 660 luoghi sparsi lungo tutto lo Stivale. Nel corso della manifestazione sarà possibile, inoltre, devolvere donazioni in favore della raccolta fondi “Ricordati di salvare l’Italia”, finalizzata alla tutela del patrimonio paesaggistico e attiva fino al 31 ottobre.

Filo conduttore di molti eventi di quest’anno sarà l’acqua e, in accordo con la campagna FAI #salvalacqua, sarà possibile visitare cisterne, mulini, dighe, depuratori e acquedotti.

(901)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *