Tutto pronto per il 23Fest, il festival musicale dedicato a Pietro Guerrera

23FestMessina. Tutto pronto per il 23Fest, il festival musicale indipendente e autofinanziato, dedicato a Pietro Guerrera, che, a partire dal pomeriggio di sabato 23 giugno, animerà la notte di Capo Peloro, e in particolare la spiaggia del Lanternino, aprendo così le danze di questa estate 2018.

«Il 23Fest è nato all’improvviso – ha raccontato Serena Merrino, una delle organizzatrici. Dopo la morte di Pietro, lo scorso Natale, avevamo bisogno di “sbattere la testa da qualche parte”, di fare qualcosa di concreto. All’inizio avevamo pensato a una piccola festa da dedicargli ma, man mano che andavamo avanti, si è trasformata in qualcosa di molto più grande».

Così è nata Associazione23, un’associazione culturale senza scopo di lucro la cui costituzione, seguita alla morte prematura di Pietro, ha consentito l’avvio di una raccolta fondi tramite una piattaforma dedicata.

Attorno all’organizzazione – formata da Simone Astone, Marco Ciatto, Claudia De Francesco, Ernesto Lupo, Tommaso Magistro, Serena Merrino, Dario Rappazzo, Luca Risitano, Sergio Scarfi e Irene Scionti – si è riunita un po’ tutta la città, dai singoli individui alle piccole imprese che hanno deciso di donare qualcosa per la realizzazione dell’evento.

Dopo una serie di eventi a cadenza più o meno mensile che si sono svolti nel corso dell’inverno coinvolgendo diverse realtà cittadine, si è finalmente avviato il conto alla rovescia per la festa vera e propria. Protagonista indiscussa sarà la musica e, in particolare, gli artisti locali, ma non solo: «Il nostro obiettivo era riunire principalmente artisti locali – ha chiarito Serena. Poi abbiamo pensato di chiamare anche qualche artista già “emerso” sul panorama nazionale, ispirandoci e cercando di riflettere i gusti di Pietro».

locandina del 23FestDa un punto di vista musicale il festival sarà molto eterogeneo: il pomeriggio si aprirà con una cover band, gli “Approssimativi”; poi sarà il turno del rock cantautorale dei “La stanza della nonna”; a seguire si esibiranno i “Big Mimma”, rappresentanti del rock mediterraneo, un tipo di musica più fresca, adatta al pomeriggio; dopodiché toccherà ai Basiliscus P, un gruppo rock messinese. La serata, invece, sarà dedicata agli ospiti, ovvero Angelo Sicurella e Clap Clap. A concludere la nottata ci penserà, invece, Paul Ursin, un dj che fa musica elettronica, originario di Messina ma conosciuto soprattutto all’estero.

A fare da contorno all’intrattenimento musicale ci sarà una mostra di Vespe del Club di Taormina, tra cui quella di Pietro, la birra alla spina del Birrificio Messina e la diretta di Radio Street. Un aiuto importante, soprattutto per quel che ha riguardato l’organizzazione e il disbrigo degli adempimenti burocratici, è stato dato dalla Pro Loco Capo Peloro. Infine, a conclusione della serata, il gruppo di PuliAmo Messina e quello di Faciti ca nun moru  che hanno invitato come di consueto a non disperdere i rifiuti nell’ambiente – si occuperanno della pulizia dell’area in cui si svolgerà l’evento.

«Sarà un festival aperto a tutti: l’ingresso è pubblico e gratuito e abbiamo cercato di tenere prezzi bassi per cibo e birra – ha concluso Serena. Il nostro obiettivo ora è far andare tutto per il meglio, far divertire la gente, e replicare il prossimo anno. Vogliamo fare un regalo alla città e valorizzare quest’area bellissima».

Il Programma delle esibizioni

  • Ore 16.45 – “gli Approssimativi” live band
  • Fascia Pomeridiana: dalle 17.30 alle 21.45
    Big Mimma
    Dick Hudson
    La Stanza della Nonna
    Basiliscus P
  • Fascia Serale
    Angelo Sicurella dalle 23.00 alle 24.00
    Clap Clap dalle 24.00 all’1.00
    Paul Ursin dall’1.00 alle 2.00

Per quel che riguarda la raccolta fondi – ancora attiva – le donazioni ricevute, quasi 12.000 euro, sono state usate principalmente per coprire i costi del montaggio e dell’affitto della strumentazione e del palco, degli artisti ospiti e delle spese legate agli adempimenti burocratici. I musicisti locali, invece, hanno accettato di esibirsi a titolo gratuito. Il resoconto delle spese verrà pubblicato e sarà consultabile da tutti.

(Le immagini sono state reperite sulla pagina Facebook del 23Fest)

(771)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *