L’Università di Messina tra gli ambasciatori dell’innovazione nel settore mobilità

L’università di Messina tra gli ambasciatori dell’innovazione italiana nel settore mobilitàC’è anche CarPooling@UniME tra i sette progetti finalisti della G7 Gallery, la selezione che raccoglie le migliori proposte sul tema della sostenibilità economica, sociale e ambientale in infrastrutture e trasporti.

L’iniziativa è promossa dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed è realizzata dall’associazione ItaliaCamp.

I sette progetti sono stati selezionati attraverso la call Nice to meet you G7! a cui hanno partecipato circa 400 persone e sono stati presentati nei locali dell’Ex Manifattura Tabacchi di Cagliari, alla presenza del Ministro Graziano Delrio e nell’ambito dei lavori del G7 dei Trasporti, che si chiude oggi a Cagliari.

Cosa è CarPooling@Unime?

CarPooling@Unime è una applicazione che permette a docenti e studenti dell’Università degli Studi di Messina di condividere mezzi di trasporto privati per spostarsi da e verso i differenti poli dell’Università. Questa forma di condivisione prevede un piccolo rimborso in moneta complementare, UniMeCoin. L’utilizzo di questa moneta contribuisce alla creazione di un piccolo fondo gestito dall’Università che, in base a un sistema di votazione periodica e distribuita tra gli utenti, consente di decidere a quali iniziative benefiche destinare il fondo.

Garantendosi la sostenibilità CarPooling@Unime riesce a dare vita a nuovi progetti di tipo sociale, senza immettere ulteriore CO2 nell’ambiente.

Proprio l’unione di questi tre fattori  – sostenibilità economica, ambientale e sociale – ha permesso al progetto, realizzato dall’Ateneo peloritano, di qualificarsi tra i migliori sette ed essere premiato ieri a Cagliari.

“E’ con grande soddisfazione – afferma il prof. Antonio Puliafito, presidente del CIAM – che partecipo a questa premiazione e dedico questo riconoscimento a tutti i colleghi del Centro Informatico dell’Ateneo e del gruppo di ricerca MDSLab che stanno lavorando con assoluto impegno e grande competenza alla realizzazione del progetto #SmartME e, tra gli altri, alla realizzazione del servizio CarPooling@UniME. Credo che sia un esempio di innovazione e di collaborazione tra istituzioni pubbliche e realtà private di cui tutta la città dovrebbe andare fiera. I risultati che abbiamo raggiunto mi lusingano e ci spingono ad andare ancora oltre nell’impegno di rendere Messina una città moderna ed in linea con i più avanzati trend tecnologici”.

Anche l’Università di Messina tra gli ambasciatori del settore mobilità.

I sette progetti finalisti esposti nella G7 Gallery saranno ambasciatori dell’innovazione italiana nel settore mobilità durante il G7 Trasporti che, per la prima volta, si aprirà alle buone pratiche, alle proposte dei cittadini e alle visioni di grandi aziende come: ANAS, Autostrade per l’Italia, Cluster Trasporti, Deloitte, Fiat Chrysler Automobiles, Ferrovie dello Stato italiane, IBM, Invitalia, Iveco, Mercedes e di partner come: ANCI, Agenzia Demanio, ANG, CRUI e Fondazione di Sardegna. La G7 Gallery nasce sotto gli auspici della Presidenza italiana del G7 con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, della Regione Autonoma della Sardegna e del Comune di Cagliari.

(91)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *