“La verifica dell’usura”. Confindustria promuove il dialogo tra banche e clienti

usuraRegole certe, stabili e durature nel tempo e un dialogo costante tra banche e clienti. Queste alcune delle priorità evidenziate durante l’incontro “La verifica dell’usura nei rapporti finanziari. Strumenti di tutela”, promosso da Confindustria Messina e dalla Fondazione nazionale Aiga “T. Bucciarelli”, svoltosi nei giorni scorsi nel Salone della Borsa del Palazzo Camerale.

Un momento di approfondimento, destinato a imprenditori e professionisti, pensato per fare chiarezza su un argomento che desta le attenzioni degli operatori economici.

“Rileviamo l’esigenza, e l’urgenza – ha dichiarato in apertura dei lavori il Presidente di Confindustria Messina, Alfredo Schipani, − di ridefinire e riequilibrare i rapporti banca-impresa, che devono staccarsi da posizioni di contrapposizione e allinearsi sulla convergenza degli interessi”.

“L’attuale crisi ha influito in modo determinante sul percorso di accesso al credito ed è necessario dunque richiedere regole certe e ridefinire il rapporto tra istituti finanziari e clienti” – è stato evidenziato dall’avv. Vincenzo Ciraolo, Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Messina. Il dott. Enrico Spicuzza, Presidente Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Messina, ha poi rilevato che ritrovarsi allo stesso tavolo con avvocati e imprenditori testimonia l’impegno congiunto sul tema cruciale dell’usura bancaria, che trasversalmente tocca gli operatori economici e i cittadini. Simona Frida Giuffrida, Presidente dell’Aiga – Associazione italiana giovani avvocati di Messina, ha infine sottolineato “la natura trasversale dell’incontro, utile sia ai cittadini per meglio orientarsi nel percorso dell’accesso al credito, sia a commercialisti e avvocati che si trovano spesso a dibattere casi generati da una normativa che incentiva l’incertezza”.

Ad introdurre e moderare gli interventi l’avv. Mario Galluppi di Cirella, Vice Presidente Fondazione Nazionale AIGA “T. Bucciarelli”, che ha segnalato l’impegno della Fondazione nel promuovere momenti di confronto e approfondimento anche a carattere sociale.

Spazio, quindi, agli interventi tecnici dell’avv. Luigi Principe, del Foro di Roma, del prof. dott. Giovan Battista Frescura, Consulente del Foro di Vicenza, e dell’avv. Giovanni Staiano, responsabile Ufficio Affari Legali ABI. Sono state tracciate le evoluzioni del quadro normativo e giurisprudenziale in tema di usura bancaria, a partire dalla legge 108 del 1996, ed esaminate le principali criticità del procedimento di verifica dell’usura bancaria, anche alla luce dell’esperienza applicativa degli ultimi anni.

Tutti gli interventi hanno evidenziato la complessità di tali procedure, che richiedono l’interazione di diverse competenze, ma soprattutto l’esigenza di certezza e trasparenza della normativa bancaria, solo fattore che può favorire la collaborazione e il sostegno del sistema finanziario al tessuto imprenditoriale.

(306)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *