Grande successo per i Cantieri Palumbo. Ben 38 navi riparate nel 2013 a Messina

Palumbo13Sono ben 277 le navi riparate nei cantieri Palumbo di Napoli, Messina e Maltanel 2013; 35 di queste sono yacht. Le maestranze Palumbo sono al momento impegnate nella riparazione di addirittura 11 navi contemporaneamente. In particolare da gennaio 2013 ad oggi, il cantiere di Messina (tra bacino e banchina), da solo, ha riparato 38 navi; ed altre due sono già previste tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014.

Al momento nel bacino messinese è presente la Moby Drea, per la quale è prevista una sosta lavori di oltre due mesi per manutenzione generale e rinnovo di classe, manutenzione motori principali e bow thruster, carenaggio con trattamento siliconico della carena.

Questa settimana è appena arrivata anche la M/N Zeus Palace della società Grimaldi. Su questa nave, oltre a lavori di carenaggio, sono previsti impegnativi interventi di meccanica e carpenteria sulle eliche dei motori principali e sui timoni.

A essere scelto è stato il cantiere di Messina, celebre in tutta Europa, proprio per la particolarità degli operazioni da portare a termine. Di recente sono poi state realizzate molte altre importanti riparazioni a navi prestigiose. È appena stata completata la trasformazione della nave Cartour Ypsilon, sulla quale è stata costruita la paratia longitudinale per suddividere il volume complessivo della stiva in due parti, sono stati effettuati gli adeguamenti necessari alle condotte di ventilazione, all’impianto antincendio e a quello di sentina, ed è stata installata una porta stagna in corrispondenza dell’innalzamento della paratia. Inoltre si trova in bacino anche il rimorchiatore Seaway Invincible di un armatore americano, sul quale si sta effettuando il rinnovo di classe, manutenzione sul bow thruster, la sostituzione catene e riparazioni alle ancore, oltre ad interventi di carpenteria allo scafo. Anche nei cantieri Palumbo di Napoli e Malta proseguono le riparazioni di decine di navi.

«Il successo dei Cantieri Palumbo è strettamente legato alla professionalità, competenza tecnica e precisione che contraddistinguono il suo lavoro. Queste caratteristiche — dichiarano dall’azienda — permettono ai Cantieri Palumbo, in controtendenza rispetto a un Paese famoso per i suoi eterni ritardi, di rispettare sempre i tempi di consegna delle navi. 100% è infatti il “coefficiente di puntualità” per il quale i Cantieri siamo celebri nel settore.  Tra i clienti abbiamo infatti i più importanti armatori italiani quali: Grimaldi, Moby, Snav, Caronte & Tourist, Msc, Tirrenia; ma anche le più importanti compagnie tedesche, francesi e scandinave a conferma della fama internazionale di cui godono le maestranze navali italiane».

A Messina, l’azienda sembra intenzionata a proseguire quindi l’azione di rinascita del porto iniziata nel 2006 con l’arrivo dei Palumbo. Infatti, secondo le indiscrezioni del prestigioso periodico inglese di nautica Srn (Ship Repair Newsletter ) sembrerebbe che i Palumbo siano sul punto di  acquisire lo storico cantiere navale Antwerp Ship Repair di Anversa, la città dei diamanti e crocevia europeo del trasporto marittimo, ad un passo dal grande porto di Rotterdam. Se questa acquisizione andasse in porto, i Palumbo conquisterebbero una fondamentale finestra sul Nord Europa, hub strategico in grado di collegare il cantiere mediterraneo di Messina con l’intero scacchiere continentale.

(82)

Categorie

Economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *