Emergenza idrica. Negozi chiusi, Picciotto: “Danni incalcolabili”

confcommercio-535x300I rubinetti sono a secco dalle 11 di sabato scorso nella maggior parte delle case del centro città, ma non solo. Anche molti esercizi commerciali sono senza acqua, motivo che li ha costretti a chiudere: numerose sono, infatti, le lamentele giunte oggi alla Confcommercio di Messina.

Sull’argomento è intervenuto il presidente provinciale di Confcommercio Messina, Carmelo Picciotto: “I commercianti messinesi stanno subendo danni incalcolabili, i rubinetti sono a secco e in molti oggi non hanno potuto lavorare. Probabilmente, il problema del guasto è stato sottovalutato altrimenti non si spiegherebbe l’intervento di oggi da parte dei tecnici dell’Amam a quasi 48 ore dalla frana. Invito gli organi preposti ad accelerare i lavori perché gli esercizi commerciali non possono continuare a rimanere chiusi. Valuteremo con i nostri legali se intraprendere azioni per i danni subiti”.

(331)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *