Tra Arte e architettura, presentato il programma dell’ “Archinotte 2013”

tn archinotteconferenzaAnche quest’anno l’Ordine degli Architetti P.p.c. della Provincia di Messina organizzerà il 12 luglio la manifestazione “Archinotte 2013”, giunta alla sua terza edizione. L’evento si svolgerà nella ex Fiera di Messina, finalmente restituita alla città. Questa edizione il Presidente, Arch. Giuseppe Falzea, il suo V. Presidente vicario, Arch. Giovanni Lazzari, e tutto il Consiglio hanno inteso dedicarla alla necessità di ristabilire il connubio che anima la cultura dell’Architetto tra Arte e Architettura quale, appunto, binomio inscindibile e mira, inoltre, a sensibilizzare la città affinché questo spazio riqualificato possa essere destinato a “Città della Cultura”. Per l’ideazione, la realizzazione ed il coordinamento dell’evento il Consiglio dell’Ordine ha nominato Direttore Artistico l’Arch. Antonello Longo di cui è nota la sua lunga e comprovata esperienza in vari ambiti culturali. Questo particolare evento segna anche l’inizio dell’attività della appena istituita Fondazione degli Architetti del Mediterraneo – Messina alla quale ha aderito il mecenate Antonio Presti, Presidente della “Fondazione Fiumara d’Arte”, personalità indiscussa e importante del mondo della Cultura, riconosciuto internazionalmente. Lo stesso Presti ha assicurato la sua partecipazione ad “Archinotte 2013” in cui darà il suo contributo sul tema Arte‐Architettura. Lo spirito che animerà la Fondazione sarà, appunto, quello di essere promotore e sensibilizzatore culturale nel vasto campo dell’Architettura e delle arti in genere. L’evento durerà dalle 18.00 del 12 luglio fino all’alba del giorno successivo e prevede la partecipazione a titolo gratuito del mondo messinese dell’arte, della cultura e dello spettacolo, nelle varie espressioni, che con entusiasmo hanno raccolto il nostro appello per una grande festa della città per il riappropriato spazio strategico urbano.

L’evento si articola in ambiti tematici il cui filo conduttore è il legame che inscindibilmente esiste tra Architettura e Arte e che pone l’Architetto nella società ad essere il primo operatore culturale. “Il giardino degli aquiloni”. Progettazione e Direzione Artistica di Teresa Cammara. Input dell’iniziativa, rappresenta il punto centrale dell’evento con la performance in diretta di ventisette tra i migliori Artisti pittori messinesi (Enzo Togo, Alvaro Occhipinti, Stello Quartarone, Piero Serboli, Michele Cannaò, Pippo Galipò, Demetrio Scopelliti, Aurelio Valentini, Giuseppe Pittaccio, Antonello Bonanno Conti, Concetta De Pasquale, Claudio Militti, Simone Caliò, Giuseppe Geraci, Gigi Sansone, Carmelo Pugliatti, Gianfranco Donato, Guglielmo Bambino, Antonio Giocondo, Giuseppe Greco, Mauro Cappotto, Filippo De Mariano, Sara Teresano, Pietro Mantilla, Andrea Reitano, Alfredo Santoro, Alessandra Lanese) che interverranno con la loro arte su altrettante panche a supporto, realizzate dall’Autorità Portuale su idea e progetto (offerto dall’Ordine) della collega Arch. Teresa Cammara lungo il viale fronte mare. Il progetto e l’idea progettuale (concettualmente intesa come “lo stretto indispensabile”) degli interventi pittorici saranno un piccolo, ma significativo contributo di arredo dell’area (attualmente degradata) in questo luogo meraviglioso dal titolo onirico che la stessa ha inteso dare di, appunto, “Il Giardino degli Aquiloni”.Con interventi fuori palco, l’attrice messinese Giovanna Manetto, durante la serata, leggerà i versi proposti dagli Artisti pittori per le loro opere.

L’adesione lusinghiera del mondo artistico e culturale messinese animerà tutta la nottata con esibizioni di vario genere e natura: musica, prosa, fotografia, animazione, ecc… in un grande evento nel magico scenario dello Stretto in una notte d’estate.

Obietivo Stretto – “Where does the Strait end?” a cura di Alessandro Mancuso con la collaborazione di Angelica Pandofino. Mostra di fotografi messinesi che hanno fermato il loro obiettivo sulle magie dello Stretto (Carla Bonomo, Enrico Borrometi, Peppe D’Urso, Giangabriele Fiorentino, Tullio Foti, Mimmo Irrera, Antonella Mangano, Sandro Messina, Rocco Papandrea, Silvio Ruvolo).

Mi propongo… propongo architetture ‐ a cura di: Arch. Michele Palamara. Questa sezione vuole essere la vetrina degli architetti messinesi. In essa, uno spazio sarà dedicato ai colleghi messinesi vincitori di concorsi e tra questi quello del Water‐Front di Messina.

I Writer – Coordinatore Mauro Cuma. In questo contesto di espressioni artistiche tra loro diverse si è ritenuto opportuno accendere un faro sul mondo dei writers troppo spesso denigrati e ghettizzati, almeno nelle nostre realtà meridionali, e che invece, nelle loro espressioni migliori, vanno riconosciuti nella loro dignità di artisti tali da poterli definire senza timore come nuova avanguardia di una New Pop Art. Gli artisti (Sako, Felix, Carlo da RC, Tofi, Kuma, Demetrio Savasta, Eddy) interverranno su una grande tela lunga 70 m. che fascerà il padiglione n.1, simboleggiandone così anche la sua prossima demolizione per le assai compromesse condizioni statiche. Questi interventi non dovranno essere un momento isolato, ma l’Ordine pensa successivamente di coinvolgere l’Autorità Portuale e anche l’Amministrazione Comunale per collocare i lavori realizzati sia nell’area portuale dell’approdo croceristico, che in spazi da individuare nella città. Con questo ridando ai lavori dei writers la loro naturale collocazione di “urban art” e con questo dare il nostro piccolo contributo alla riqualificazione di spazi anonimi urbani.

“Note eparole” ‐ Il giovane promettente musicista di chitarra classica Alessandro Ariosto aprirà la pagina degli interventi di spettacolo il cui momento rilevante, anche a sostegno della loro sacrosanta vertenza in atto, sarà la partecipazione di una significativa rappresentanza dei professori dell’Orchestra Sinfonica del teatro V.E. di Messina e del coro F. Cilea di Reggio Calabria in un concertodedicato alla città ed al suo Stretto. Il concerto si concluderà con “l’inno alla gioia” dalla Sinfonia n. 9 di L. W. Beethoven. Importanti presenze si alterneranno quali Melo Mafali e Eliana Risicato in “Cabaretand more”; Giancarlo Parisi in “ARIA di FABER” per fiati etnici e orchestra da camera (un omaggio strumentale alla musica di Fabrizio De Andrè); il “Pathos Quartet” (Davide Coppo, Gianluca Coppo, Santi Currò, Gabriele D’Arrigo); “Gospel and Jazz Family Choir” diretto da Rosalba Lazzarotto; “Shabda Quartet” (Sandra De Dominicis, Adolfo Crisafulli, Giuseppe Alfredo Restuccia, Placido Pinizzotto); l’attore messinese Angelo Campolo con brani d’autore; i gruppi FolK “Intelaiatura Basimale” e “Stanza della nonna”. L’attrice messinese, Giovanna Manetto fuori palco interverrà durante la nottata leggendo le citazioni poetiche che hanno ispirato gli artisti nei loro interventi pittorici.

“Arpeggiando l’alba. InCanto del mito dello Stretto” sarà il concerto di arpe magicamente suonate dalle gemelle Simona e Sabrina Palazzolo accompagnate dai suoni dello Stretto magistralmente resi dalla voce di Rosalba Lazzarotto cha saluterà la nuova alba nella magia dello nostro “Mare Nostrum”, metafora di un nuovo giorno per la tutta città di Messina.

Questo evento sarà particolarmente suggestivo anche grazie alla presenza del gruppo di animazione “Circobaleno” che ravviverà anche vari altri momenti della serata con la loro variopinta e creatività con il gioco delle bolle e con altre suggestioni che la nostra Terra del Mito suscita. Il concerto all’alba chiuderà la nottata e segnerà la conclusione della performance degli Artisti Pittori del “giardino degli aquiloni”. Saranno presenti all’iniziativa: “AIL” Associazione Italiana Onlus Contro le Leucemie‐Linfomi e Mieloma; Ordine Ospedaliero ‐ Corpo Volontari Gerosolimitano Onlus.

Tutto questo sino ad ora è stato reso possibile grazie alla sensibilità e la disponibilità mostrata dall’attuale Presidente dell’Autorità Portuale, De Simone e del suo Segretario Generale, Ing. Francesco Di Sarcina che già da tempo hanno avviato una proficua interlocuzione con l’Ordine degli Architetti. Conducono la serata: Giorgio Grasso e Saffo Romeo. Hanno collaborato: Light Designer: Renzo Di Chio – Grafica: Antonella Bambino – Service: Privitera ‐ Architettura: Angela Denaro, Anna De Marco, Cristina Monari – Arte: Antonella Bambino – Musica Rosalba Lazzarotto – Spettacolo e animazione: Elio Morabito e Ciccio Timbro – Allestimento: Tania Vadalà.

(100)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *