Tecnologia e Beni culturali. Sabato un workshop a Messina

ArcheoLaser locandina“Archeolaser. Innovazioni tecnologiche per i Beni Culturali”: sarà questo il tema del workshop che si terrà, sabato 6 Luglio, alle 10.00, al Parco Horcynus Orca. Il 13 aprile 2012 è stato sottoscritto il partenariato “InTessere”, tra l’Associazione Argonauti, l’Associazione LapiS e la Fondazione di Comunità di Messina. Un accordo di cooperazione tra organizzazioni no profit operanti nel campo del sociale e dei beni culturali e artistici.

InTessere”, forte della comprovata esperienza dei partner nei relativi settori di competenza si propone di attivare iniziative volte ad assicurare tutela e valorizzazione del patrimonio costituito dagli apparati musivi (e non solo) ricadenti nel “Parco Archeologico delle isole Eolie, di Milazzo, di Patti e dei comuni limitrofi”.

Oggi, le nuove tecnologie e competenze caratterizzano le frontiere della conservazione e della valorizzazione del patrimonio. In quest’ottica è stato organizzato il workshop “Archeolaser. Innovazioni tecnologiche per i Beni Culturali”, che coincide con il quarantesimo anniversario della scoperta della Vila Romana di Patti Marina con l’obiettivo di favorire il processo di disseminazione e fruttuosa contaminazione tra le diverse competenze in gioco. Vi prenderanno parte un’ampia selezione di figure in rappresentanza degli ambiti disciplinari coinvolti per fare il punto dello stato dell’arte edesporrei progetti di ricerca, gli studi archeometrici e i restauri attivati dal partenariato “inTessere” alla Villa Romana di Patti Marina, utilizzando metodiche innovative e nel contemponon “invasive” e rendendo disponibili specifiche competenze al fine di aprire nuove prospettive interpretative e di valorizzazione del bene.

Interverranno:

Avv. Mauro Aquino Sindaco del Comune di Patti

Dr. Sergio De Cola Assessore alla Urbanistica e Lavori Pubblici del Comune di Messina

Dr. Nicola Calabria Presidente dell’Archeoclub di Patti

Contributi:

Gaetano Giunta (fondazione di Comunità di Messina)

Intessere un progetto per la Villa Romana di Patti.

Umberto Spigo-Piero Coppolino (Parco Archeologico delle Isole Eolie)

Problemi di conservazione e valorizzazione.

 

Francesco Mannuccia (LapiS)

Lettura delle forme di deterioramento delle pavimentazioni musive.

Alessandro Zanini (Elen spa)

Laser cleaningper l’archeologia

 

Fabrizio Agnello (Unipa)

Metodi digitali per il rilievo e la rappresentazione dei beni archeologici.

 

Salvatore Arturo Alberti (libero professionista),

Per un rilievo propedeutico al restauro e alla valorizzazione.

 

Maria Caltabiano (Unime)

Innovazioni nell’apprendimento delle discipline.

 

Cirino Vasi (Cnr)

Nuove prospettive per l’archeologia e per l’arte.

Conclusioni:

Gabriella Tigano Soprintendenza BB. CC. AA. di Messina

                        Unità Operativa X ai Beni Archeologici

(103)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *