Premio per la cultura ad Antonio Presti: riconoscimento al suo impegno

Antonio Presti12Sabato 26 luglio, alle 19.30, al Lido dei Ciclopi (Acitrezza), bene ambientale confiscato alla mafia e gestito dallo Stato tramite un amministratore finanziario, il dottor Giuseppe Giuffrida, avrà luogo la cerimonia di premiazione della VIII edizione del “Ninfa Galatea-Lido dei Ciclopi”, un premio ideato e promosso da Enzo Zappulla, presidente dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano.

La giuria, composta da Fulvia Caffo, Elena Ciravolo, Caterina Maugeri Costanzo, Michela Sacco Messineo, Margherita Spampinato, Sarah Zappulla Muscarà, ha assegnato il Premio per la cultura in Sicilia ad Antonio Presti, artista-mecenate, presidente della Fondazione Fiumara d’Arte, che fin dal 1982 si occupa di promuovere l’arte in tutte le sue forme in collaborazione con le scuole dell’obbligo, licei e istituti tecnici, università, accademie, associazioni e altre Fondazioni. Negli anni Novanta ha organizzato a Pettineo “Un chilometro di tela”, prova estemporanea di pittura di centinaia di artisti. Ha realizzato la Fiumara d’Arte, il parco di sculture monumentali più grande d’Europa, ha dato vita al Museo-AlbergoAtelier sul Mare, a Castel di Tusa, e la casa d’Arte Stesicorea a Catania, spazio culturale per artisti. Si è mobilitato per la riqualificazione del quartiere di Librino con una serie di iniziative e progetti per affrancare la cultura della legalità, della tutela, della bellezza condivisa.

Fra gli obiettivi del Premio, diffondere la cultura della legalità, mediante la promozione del libro e della lettura, e valorizzare uno degli scorci più suggestivi della Riviera Ionica, lo storico Lido dei Ciclopi, nella seconda metà del secolo scorso luogo di ritrovo dei maggiori artisti. 

La giuria ha inoltre assegnato il premio la letteratura alla giornalista-scrittrice Elisabetta Rasy, per il romanzo Non esistono cose lontane (Mondadori); per il teatro a Egle Doria, e ad Andrea Bartoli e Corrado Bonfanti come promotori  culturali in Sicilia. L’attrice Valentina Ferrante leggerà brani del romanzo premiato che sarà sorteggiato fra i presenti. La manifestazione, anche grazie alla collaborazione di Credito Etneo e Oikos Spa, condotta da Anna Pavone, sarà aperta dall’intervento di Roberto Passalacqua (Magistrato presso il Tribunale di Catania) sul tema “Beni confiscati alla mafia”.

(61)

Categorie

Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *