Mostra e convegno sulla Grande guerra e la resistenza. Appuntamento a maggio

resistenza“Il filo della memoria: dalla Grande Guerra alla Resistenza, viaggio tra i ricordi di Tomasi di Lampedusa e Giorgio Bassani, passando per Auschwitz” : è il titolo dell’evento organizzato e promosso dall’ Associazione culturale “Suggestioni Mediterranee” presieduta da Maria Stella Pucci di Benisichi, che si terrà tra Palermo e Capo d’Orlando nei giorni 14, 15 e 31 maggio prossimi. Tre giornate dedicate alla rievocazione del centenario della prima guerra mondiale e del settantesimo della Resistenza, tra convegni, dibattiti e mostre, animate dal contributo e dalle riflessioni di docenti universitari, storici, militari, reduci, sindacalisti, artisti e studenti. L’evento ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

«L’idea di dare vita alla manifestazione – spiega il presidente Pucci di Benisichi – nasce a seguito di una collaborazione attivata con il Comando Regionale della Guardia di Finanza, in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia».

«In un momento storico complesso quale il nostro – afferma Maria Stella Pucci – credo sia opportuno tesorizzare la memoria di eventi anche tragici, affinché il passato possa essere un monito contro le intolleranze, i rigurgiti razziali e qualsiasi forma di esclusione sociale».

Un contributo fondamentale all’evento è stato fornito da realtà militari: il Comando Militare Regione Sud e il Comando della Guardia di Finanza Regione Sicilia, l’Università degli Studi di Palermo e la Uil Pensionati Sicilia , primo sindacato ad avere abbracciato le tematiche riguardanti i dolorosi eventi legati alle guerre. Grande attenzione è stata espressa anche dalle istituzioni: non a caso, tra i partner dell’evento figurano la Presidenza della Regione Sicilia, l’assessorato regionale alla Formazione e i Comuni di Capo d’Orlando e Torrenova.

Altrettanto ricco il parterre delle associazioni e degli enti privati che hanno fortemente voluto aderire alle giornate di rievocazione, con i loro contributi storici, culturali e , talvolta, anche familiari ed affettivi: dalla sezione Palermo dell’Unuci (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo ) fino al Fondo Ambiente Italiano, passando per il Lions Club Palermo Mediterranea, i Rotaract Palermo Ovest e Termini Imerese, il club Rotary di Sant’Agata Militello, le associazioni “Sicilia – Giappone” , “Amici dell’Archivio di Stato di Termini Imerese” e Anac 30° sezione Palermo, che raggruppa i Cavalleggeri. Senza dimenticare l’Associazione Nazionale Finanzieri sezione Palermo e l’associazione “E. De Rothschild”, il cui presidente Yeoshua Levy – De Rothschild presenzierà all’inaugurazione delle mostre che si terranno tra il capoluogo siciliano e Capo D’Orlando. In particolare per la mostra che si terrà alla Pinacoteca di Capo D’Orlando, la fondazione Rothschild ha fatto realizzare quattro pannelli con documenti inediti legati alle leggi razziali, che verranno donati alla cittadina tirrenica.

(210)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *