Le vie dei Tesori a Messina: al via le visite guidate

Il conto alla rovescia è finito: inizia domani, 14 settembre, Le vie dei Tesori, la manifestazione culturale che permette di scoprire i luoghi più belli e suggestivi di Messina. Saranno tre, i fine settimana di visite guidate, passeggiate tematiche e degustazioni.

Obiettivo del festival è quello di raccontare le città a chi le abita, attraverso le visite guidate curate dai tanti volontari che partecipano, anno dopo anno.

Nato 13 anni fa per celebrare l’Università di Palermo, Le vie dei Tesori è partito come un festival istituzionale e occasionale, per poi trasformarsi in qualcosa di più. Messina è stata coinvolta a partire dal progetto pilota del 2017, ma quest’anno saranno 15 i comuni coinvolti, mentre ancora in lista d’attesa se ne contano 38.

Luoghi da visitare a Messina

I luoghi da visitare a Messina, in questa edizione, saranno di meno (26 anziché i 29 del 2018), ma ci sono diverse new entry: innanzitutto Palazzo Zanca, che sarà aperto al pubblico nella sua interezza; poi la Prefettura, la Chiesa di San Tommaso il vecchio, un gioiello medievale colmo di meraviglie e il Museo del Grano del villaggio di San Filippo Superiore.

Ma vediamo, ora, la lista dei luoghi aperti a Messina in occasione de Le vie dei Tesori 2019.

  • Antiquarium di Palazzo Zanca e Museo della Vara e dei Giganti;
  • Castel Gonzaga;
  • Chiesa di Maria SS. Annunziata dei Catalani;
  • Chiesa di San Giovanni di Malta e Museo del tesoro di San Placido;
  • Chiesa di San Tommaso il vecchio;
  • Chiesa di Sant’Elia;
  • Chiesa di Santa Maria Alemanna;
  • Collezioni dell’Università degli studi di Messina;
  • Forte San Salvatore e Stele della Madonnina;
  • GAMM – Galleria provinciale d’arte moderna;
  • Il circolo della Borsa – Villa Rodriguez;
  • Monastero di San Placido Calonerò;
  • Museo di cultura e musica popolare dei Peloritani di Gesso;
  • Museo provinciale “Messina nel ‘900”;
  • Museo Interdisciplinare Regionale di Messina (MuMe);
  • Palazzo Zanca;
  • Prefettura di Messina;
  • Ruderi del monastero di Santa Maria di Gesù Superiore – Presunta tomba di Antonello;
  • Sacrario Cristo Re e Torre Ottagona;
  • Santuario di Montalto;
  • Vecchie carceri di Rocca Guelfonia;
  • Villa Cianciafara;
  • Villa De Pasquale;
  • Villa Stefania;
  • Villa Maria;
  • Villaggio di San Filippo e Museo del Grano.

Collaterali all’evento, sono in programma anche delle passeggiate tematiche, i cui itinerari sono stati svelati durante la conferenza stampa di presentazione:

  • Sulle orme del mito (domenica 15 settembre);
  • Sulle orme del sacro (domenica 22 settembre);
  • Antica via del Dromo (sabato 28 settembre).

Le degustazioni in programma condurranno in un viaggio in Sicilia, da ovest a est, tra i sapori dei vini e degli oli di Planeta. Per Messina i luoghi che faranno da cornice alle due serate previste saranno il Sacrario di Cristo Re e il sempre suggestivo Forte Gonzaga e avranno il costo di 7 euro.

Come e dove acquistare i biglietti

Per prendere parte a Le vie dei Tesori e scoprire con l’ausilio delle guide le meraviglie della città dello Stretto è possibile acquistare diversi pacchetti. Nello specifico, sono in vendita (online, ma anche sul posto):

  • Un coupon da 12 euro, valido per 10 visite a scelta tra i luoghi del circuito (tranne quelli su prenotazione);
  • Un coupon da 6 euro, valido per 4 visite a scelta tra i luoghi del circuito (tranne quelli su prenotazione);
  • Un coupon da 2,50 euro, valido per 1 visita a scelta tra i luoghi del circuito (tranne quelli su prenotazione).
  • Un coupon da 3,50 euro, valido per un singolo ingresso in uno dei luoghi a prenotazione;
  • Un coupon da 5 euro, valido per una passeggiata.

I coupon sono acquistabili online sul sito ufficiale de Le vie dei Tesori (e poi utilizzabili tramite QR code), sul posto oppure, nel caso di pacchetti da 10 o 4 visite, presso la Chiesa di San Giovanni di Malta. Sono esentati dal pagamento del biglietto i bambini al di sotto dei 5 anni e gli accompagnatori di persone con disabilità. Scuole o gruppi organizzati possono inviare una e-mail all’indirizzo prenotazioni@viedeitesori.it.

Per le passeggiate, le degustazioni e alcune visite guidate è necessario prenotare.

(410)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *