“In viaggio con Goethe”: l’associazione promuove arte, cultura e storia della Sicilia

viaggio GoetheÈ stata  presentata ieri, alle 10.30, nella Sala Ovale del Comune, nel corso di una conferenza stampa, l’Associazione “In viaggio con Goethe” alla presenza dell’ assessore alla cultura Perna e il professore Filippo Grasso . L’Associazione intende promuovere, sul territorio siciliano, il turismo, inteso come volano di sviluppo, e anche vuol far conoscere l’enorme patrimonio artistico, culturale, paesaggistico e storico della nostra Isola. Al tempo stesso, “In Viaggio con Goethe”, si prefigge di valorizzare l’artigianato locale e pubblicizzare i tutti i prodotti enogastronomici siciliani. Per rilanciare e rivalutare le bellezze del territorio siciliano è necessario creare una rete sinergica di operatori del settore che, in pratica, valorizzino le singole eccellenze locali nei vari settori: turismo culturale, religioso, enogastronomico, sportivo, balneare e termale. Un disegno unico e organico sul territorio, questo, in buona sostanza, è tutto ciò che l‘Associazione vuol mettere in pratica a piccoli passi.

Per rilanciare e rivalutare le bellezze del territorio siciliano è necessario creare una rete sinergica di operatori del settore che, in pratica, valorizzino le singole eccellenze locali nei vari settori: turismo culturale, religioso, enogastronomico, sportivo, balneare e termale.  Un disegno unico e organico sul territorio, questo, in buona sostanza, è tutto ciò che l‘Associazione in viaggio con Goethe vuol mettere in pratica a piccoli passi.

L’Associazione in Viaggio con Goethe si prefigge di realizzare, attraverso una rete di operatori turistici, che lavorano in diverse, piccole e grandi realtà,  di realizzare eventi, gite e tour della zona, per far scoprire un turismo locale ben organizzato sul singolo territorio.  Un nuovo modo di fare e di intendere le singole realtà e le attrattive locali. Scoprire le specialità enogastronomiche del piccolo centro visitato, rivalutare le bellezze artistiche e paesaggistiche del luogo. Altro scopo primario dell’Aps è far riscoprire i luoghi della Fede, le antiche chiese, i santuari e gli antichi eremi, luoghi di meditazione e preghiera, ormai quasi dimenticati. Un turismo diverso, in parole povere, è  in pratica quello che si prefigge come principale obiettivo l’Associazione in viaggio con Goethe. La Sicila vista nel suo insieme, nella sua vera “anima”,  dove si fondono miti e tradizioni, o  neve e fuoco della  lava che sgorga, come un rosso fiume, dall’Etna in eruzione. Oppure  piccoli e suggestivi borghi sorti sulle vette di montagne. Presente e passato si fondono grazie anche alle tante culture e alle tante dominazioni che hanno vissuto  nella nostra bella e solare Isola. La Sicilia deve poi essere visitata, non solo nel periodo estivo, ma anche d’inverno, bisogna rivalutare , a tal fine, i singoli borghi e i piccoli centri abbandonati, farli  rivivere, con le antiche botteghe degli artigiani, le locande di un tempo, un piacevole ritorno ad un modello di vita dove, ogni cosa, ritrova  i suoi giusti parametri, un ritorno ad uno stile di vita a” misura d’uomo”.

Si ritiene che il turismo più rilevante in Sicilia  è quello culturale e che, data la forte diffusione nel territorio del patrimonio storico-artistico, il turismo organizzato (di massa) non pare compatibile con la fruizione turistica del gran numero dei centri minori, che possiedono larga parte di quel patrimonio. “L’Associazione in viaggio con Goethe”vuole attraverso una rete di operatori del settore, ubicati  nei centri minori, far conoscere e rivalutare il patrimonio storico, artistico, culturale e religioso dei piccoli comuni. L’orientamento, in questo caso, deve seguire criteri di specializzazione posti in relazione alle esigenze della domanda delle categorie dei turisti interessati alle risorse originarie delle destinazioni: incongruenze in questo contesto possono generare consistenti riduzioni di domanda.

Un piano di azione in questo settore, a nostro modesto avviso, costituisce un elemento portante dello sviluppo, in particolar modo, in regioni in cui la produzione turistica è affidata a imprese di piccola dimensione. Al piano di azione è infatti affidata la costruzione dell’immagine turistica della regione sia in termini di risorse originarie che di tipologia della produzione turistica, nonché il controllo di quest’ultima. Al riguardo si interviene proponendo gli strumenti di incentivazione delle imprese, incentivazione orientata verso l’immagine prescelta che dia garanzie serie di crescita della domanda turistica sul territorio.

La rete d’impresa turistica, tramite l’aggregazione di attività merceologiche diversificate, consente di sviluppare collaborazioni, sinergie e azioni di co-marketing tra i partecipanti, in cui tutti i soggetti beneficiano di grossi vantaggi.

Il turismo si trova in una fase di cambiamento in un mercato sempre più globale competitivo , questo comporta l’esigenza di nuove strategie commerciali di innovazione e di concorrenzialità per poter gestire le sfide dei prossimi anni. La rete d’Impresa turistica è, a nostro modesto avviso, la risposta giusta, perchè….l’unione fa la forza!

(116)

Categorie

Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *