Grande successo dell’ “Aida” a Siracusa. Al Sud una nuova “Arena di Verona”

AIDAIl regista e scenografo Enrico Castiglione è riuscito nell’impresa di avviare un grande festival operistico al Teatro Greco di Siracusa e di superare lo straordinario successo che dal 2007 riscuote in Sicilia con i suoi allestimenti operistici al Teatro Antico di Taormina. Tutto esaurito in ogni ordine di posto e venti minuti di applausi finali hanno suggellato nella cavea siracusana il successo del nuovo allestimento di Aida firmato dall’artista romano. L’opera verdiana ha infatti inaugurato il ricco programma del Festival Euro Mediterraneo lanciato quest’anno in grande stile nella città di Archimede per inserirla stabilmente nel circuito dei festival operistici internazionali. È nata al Sud una nuova “Arena di Verona”.

Applausi a scena aperta hanno sottolineato il “trionfo” che chiude il secondo atto e altri momenti salienti di un allestimento kolossal e al tempo steso raffinato, pensato per lo spazio di un sito archeologico dalla bellezza incomparabile, che consente un tuffo nella storia più antica, un luogo davvero magico dove si può avvertire lo spirito dell’arte classica che impregna le pietre millenarie.

La messinscena, dominata dall’immensa piramide con l’effigie di Nefertari, punta su un elegante gioco cromatico che culmina in suggestivi tableaux. Il fascino dell’antico Egitto prende corpo nella regia e nella scenografia di Enrico Castiglione come nei costumi di Sonia Cammarata, con l’importante contributo delle coreografie costruite da Sarah Lanza sui ballabili verdiani.

La partitura verdiana ha brillato sotto la bacchetta di Gianluca Martinenghi che ha esaltato le prestazioni dell’Orchestra del Teatro Bellini di Catania e del Coro Lirico Siciliano, in un contesto in cui agiva un cast stellare formato dal tenore Marcello Giordani, il soprano Othalie Graham, il mezzosoprano Clara Calanna e il baritono Francesco Landolfi.

Aida si replica il 19 e 26 luglio. Il cartellone del Festival Euro Mediterraneo prevede ancora tre appuntamenti: il gala internazionale di danza del 18 luglio che schiera le stelle di celeberrimi corpi di ballo (Opéra di Parigi, Royal Ballet, Wiener Staatsoper, Hamburg Ballet); il concerto del 20 luglio che ha in programma Carmina Burana di Orff e Misa criolla di Ramirez con il Coro Lirico Siciliano, mentre il concerto del 25 luglio prevede la Nona Sinfonia di Beethoven affidata all’Orchestra e al Coro del Teatro Massimo Bellini.

Nel 2015 al Teatro Greco di Siracusa, il Festival Euro Mediterraneo proporrà ben 3 titoli (Turandot, Norma, Medea) che saranno sempre messi in scena da Enrico Castiglione, artista di fama internazionale, direttore artistico di importanti teatri italiani ed esteri, nonché fondatore di festival di prestigio. Castiglione si è in breve imposto come stella di prima grandezza, protagonista di spettacoli acclamati da migliaia e migliaia di spettatori in teatro, che diventano milioni di utenti se si guarda all’audience registrata in occasione delle trasmissioni in televisione e nei cinema di tutto il mondo. Il regista romano è ora riuscito nell’impresa di portare la grande lirica nel Teatro Greco della città di Archimede.

Il Festival euro Mediterraneo non nasce dunque come un evento sporadico, ma vuole avere cadenza annuale nel teatro antico più grande dell’Isola, capace di attrarre significativi flussi turistici internazionali. Già per questa prima edizione si è registrato il sold out negli alberghi cittadini e un vivo fermento tra i tour operator, sommersi dalle richieste degli appassionati di ogni parte del mondo. Il festival ha segnato una svolta nelle politiche turistiche e culturali del siracusano e dell’intera isola.

(66)

Categorie

Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *