Giornate Fai di Primavera 2019: ecco cosa visitare a Messina e provincia

Riscoprire le meraviglie artistiche della propria città: questo l’obiettivo delle giornate Fai di Primavera, in programma il 23 e 24 marzo anche a Messina e provincia.

I luoghi da visitare nella città dello Stretto e nei dintorni saranno, quest’anno, ben 12.

Teatro Vittorio Emanuele

Il nostro monumentale teatro, con la sua storia ricca di curiosità, sarà l’unico sito visitabile in città: in particolare, durante le giornate Fai di Primavera 2019, si potrà scoprire l’attività dietro le quinte. Ad accompagnare gli ospiti nel viaggio alla scoperta del Teatro Vittorio Emanuele saranno i ciceroni delle scuole.

Siti in Provincia di Messina

Degli 11 siti aperti in Provincia in occasione delle Giornate Fai di primavera 2019, ben 7 si trovano ad Alcara Li Fusi:

  • Chiesa Maria SS. Assunta, del XVI secolo, famosa per le sue bellissime opere;
  • Acqua Santa, nota per essere la fonte che dissetò, al suo arrivo dalle pendici dell’Etna, San Nicolò Politi.
  • Chiesa delle Grazie, che secondo alcuni studiosi locali fu costruita in segno di ringraziamento alla Vergine per aver protetto il popolo dall’epidemia di Peste del 1525.
  • Chiesa S. Nicola di Mira, probabilmente l’edificio religioso più antico del paese.
  • Chiesa S. Pantalone Martire, ospita il sesto organo più antico di Sicilia.
  • Convento di Santa Maria del Rogato, costruita prima del 1105.
  • Santuario dell’Eremo San Nicolò Politi, edificato sulla grotta che fu per circa trent’anni la dimora del Santo.

Gli ultimi 4 siti si trovano a Capizzi, Sant’Agata di Militello e Taormina:

  • Chiesa Sant’Antonio di Padova, a Capizzi, che dal 2011 vanta una preziosissima reliquia “ex cute” estratta dal cranio del Santo.
  • Museo di Arte Sacra dei Santi Nicolò e Giacomo, a Capizzi, che conserva opere provenienti dal patrimonio locale.
  • Palazzi storici di Sant’Agata di Militello. Palazzo Gentile, costruito nel XIX secolo, in passato ha ispitato il Museo dei Nebrodi.
  • I Giardini della Villa Comunale di Taormina, originariamente il parco dell’abidazione della nobildonna inglese Lady Florence Trevelyan.

Maggiori info sugli orari di apertura dei siti sono consultabili sul sito del Fai.

(2476)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *