Estate al museo: ecco 4 strutture statali aperte ad agosto

Museo di Messina

Agosto è alle porte, le città si svuotano, ma le porte dei musei rimangono aperte. Cittadini e turisti possono approfittare dei giorni di ferie per immergersi nella cultura del territorio, visitando le strutture presenti tra Messina e provincia.

Anche in questi mesi estivi, tra l’altro, è possibile approfittare della #Domenicalmuseo, l’iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac) che consente ai residenti di entrare gratis nella maggior parte dei musei e delle gallerie statali la prima domenica del mese, in questo caso il 5 agosto.

Di seguito gli orari e alcune informazioni utili sulle principali strutture aperte.

Museo Regionale Interdisciplinare di Messina (MuMe)

inaugurazione del giardino mediterraneo del museo regionale interdisciplinare di messina - mumeRecentemente ristrutturato e arricchito da un Giardino Mediterraneo che accompagna il visitatore per tutto il percorso d’ingresso alla struttura, il MuMe dispone a oggi di circa 4.500mq di spazio espositivo, di cui una parte è dedicata esclusivamente ai reperti archeologici. Al suo interno è possibile ammirare capolavori di artisti del calibro di Caravaggio, Antonello da Messina, Matteo Preti, attraversando i secoli, dal Medioevo all’800, guidati da un percorso cromatico.

Informazioni utili

Orari di apertura:
Dal martedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 19.00 (ultimo biglietto alle 18.30).
Domenica dalle ore 9.00 alle ore 13.00 (ultimo biglietto alle 12.30).
Il lunedì è chiuso.

La struttura aderisce alla “Domenica al Museo”, iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac) che prevede l’ingresso gratuito ogni prima domenica del mese.

Dove si trova? Viale della Libertà, 465 (capolinea Nord della linea tranviaria).

Galleria provinciale d’arte moderna e contemporanea “Lucio Barbera”

Galleria Provinciale d’arte moderna e contemporanea di MessinaInaugurata nel 1998 la Galleria “Lucio Barbera” (Gamec) custodisce al suo interno un ricco catalogo di opere, quadri e sculture, che attraversano tutto il ‘900 italiano e, in particolare, siciliano e messinese. Accanto a uno dei “concetti spaziali” di Lucio Fontana, figurano, infatti, “Il Picconiere” di Renato Guttuso, ma anche opere di Giuseppe Mazzullo e Giuseppe Migneco.

La Gamec, inoltre, è sede di un vasto archivio di scritti, fotografie, epistole, di Salvatore Quasimodo. Ogni anno, infatti, in occasione della settimana Quasimodiana, che celebra la nascita del grande poeta e intellettuale siciliano, la “Lucio Barbera” organizza mostre e seminari dedicati soprattutto agli studenti.

Informazioni utili

Orari di apertura:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.30.

La struttura aderisce alla “Domenica al Museo”, iniziativa del Mibact che prevede l’ingresso gratuito ogni prima domenica del mese.

Dove si trova? Via XXIV Maggio, 46.

Castello di Milazzo

castello di milazzo per nuovoIl Castello è situato sulla punta meridionale di Capo Milazzo, si estende su una superficie di oltre 7 ettari e occupa 12.070 mq, rappresentando la cittadella fortificata più grande della Sicilia. La costruzione è di epoca normanna e la sua storia è complessa, ricca e articolata. Inoltrandosi tra le sue mura, è possibile viaggiare avanti e indietro nel tempo, da Federico II (XIII secolo) agli Aragonesi (XV secolo), agli spagnoli (dal XVI al XVIII secolo) agli inglesi (XIX secolo).

Informazioni utili

Orari di apertura:
Dal martedì alla domenica dalle ore 9.00 alle ore 13.30 e dalle ore 16.30 alle ore 20.30.
Il lunedì è chiuso.

La struttura aderisce alla “Domenica al Museo”, iniziativa del Mibact che prevede l’ingresso gratuito ogni prima domenica del mese.

Dove si trova? Salita  Castello, 18.

Museo archeologico regionale eoliano “Luigi Barnabò Brea” (Lipari)

museo lipariSuddiviso in sei aree tematiche, la Sezione Preistorica, la Sezione Epigrafica, la Sezione delle Isole Minori, la Sezione Classica, la Sezione Vulcanologica, la Sezione di Paleontologia del Quaternario, il Museo di Lipari consente di conoscere e attraversare la storia degli insediamenti umani e dello sviluppo della civiltà nell’Arcipelago Eoliano dalla preistoria all’età moderna.

L’esperienza è resa più completa dalla possibilità di accedere ad approfondimenti tramite postazioni informatiche.

Orari di apertura:
Dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 19.30 (ultimo biglietto alle 18.30).

La domenica dalle 9.00 alle 13.30 (ultimo biglietto alle 13.00).

Il mercoledì, per tutto il mese di agosto, il museo eoliano sarà aperto anche di sera, dalle ore 20.00 alle ore 24.00.

La struttura aderisce alla “Domenica al Museo”, iniziativa del Mibact che prevede l’ingresso gratuito ogni prima domenica del mese.

Dove si trova? Via del Castello (Lipari).

(223)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *