Da Barcellona al Taormina Film Fest: il cortometraggio “Basta un sorriso”

bastaun sorrisoImpegno e passione, due delle caratteristiche che contraddistinguono l’attività di Danilo Currò, Steve Flamini e Antonio Ballarò, tre ragazzi messinesi che realizzano video musicali e cortometraggi.

Dopo varie esperienze, in particolar modo nel campo dei video musicali (tra cui alcuni di Sciack ma anche di Marco e Stefano Germanotta), decidono di realizzare un cortometraggio, Time House, che riscuote un discreto successo nel web.

Nei ragazzi di nonguardarlo (così come si fanno chiamare), però, la voglia di fare non conosce limiti, tanto che decidono di realizzarne un altro, a distanza di un paio di mesi, stimolati dall’evento del Corto Tendenza Film Festival, organizzato dall’amministrazione comunale di Barcellona.

Al festival barcellonese possono partecipare registi di età compresa tra i 15 e i 26 anni, presentando cortometraggi sul tema dell’amicizia.

«Abbiamo pensato che fosse un’ottima occasione per misurarci con altri ragazzi e anche per farci conoscere di più» afferma Danilo Currò, che ha curato la regia di Basta un sorriso, il nuovo cortometraggio, presentato appunto al festival della città del Longano.

Basta un sorriso ha ottenuto il terzo posto che, di fatto, ne garantisce la proiezione al Taormina Film Fest. Ha espresso soddisfazione per il risultato conseguito anche Antonio Ballarò, direttore di produzione: «Speravamo in un successo del genere, e questo ci rende felici. Abbiamo lavorato davvero tanto, anche nella scelta di attori bravi in grado di affrontare la tematica e che potessero davvero trasmettere emozioni alla gente».

La storia parla di un uomo che racconta ad alcuni bambini un’esperienza accadutagli da giovane: il suo rapporto d’amicizia con Guido, un ragazzo autistico.

Nel cast figurano Pietro Tripiciano nei panni del ragazzo, Umberto Vita in quelli di Guido e anche Annibale Pavone nei panni dell’uomo che racconta la propria storia di amicizia.

Il pubblico che ha visto il corto nella sala auditorium dell’Oasi di Barcellona, colpito ed emozionato, ha fatto partire un lungo applauso.

Nella giuria che ha valutato i ventuno cortometraggi in gara anche Ninni Bruschetta, attore e regista messinese, che si è complimentato con tutti i presenti e ha sottolineato come occasioni del genere vadano assolutamente incentivate.

Il link del corto:

http://www.youtube.com/watch?v=ViEjstQKMqg

 

(57)

Categorie

Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *