CGIL: Teatro Vittorio Emanuele a rischio chiusura

Foto del Teatro Vittorio EmanueleÈ la FP CGIL a lanciare un allarme, già sottolineato in precedenza dal Presidente Luciano Fiorino, sulla situazione disastrosa in cui versa il Teatro Vittorio Emanuele di Messina.

Maria Cristina Stimolo, Dirigente Generale del Dipartimento Turismo Sport e Spettacolo, durante l’incontro tenutosi a Palermo ha spiegato che il  FURS (Fondo unico regionale per lo spettacolo) non sarà erogato al Teatro Vittorio Emanuele.

«La Dirigente – hanno spiegato le rappresentanti sindacali Crocè e Raffa al termine dell’incontro – ha detto a chiare lettere che il fondo Furs non sarà erogato all’Ente Teatro e ha altresì evidenziato che è addirittura a rischio anche il trasferimento del contributo. Secondo quanto riferito dalla Dirigente, infatti, il Teatro sembrerebbe non possedere alcun requisito per l’accesso al FURS».

Sarà necessario, prima dell’eventuale erogazione, il parere della Corte dei Conti e solo in caso di assenso il fondo sarà erogato ma con riserva di eventuale recupero.

Questo contributo è fondamentale per il Vittorio Emanuele, che senza l’erogazione di questo rischia la chiusura con una gravissima perdita sia dal punto di vista occupazionale che culturale.

«La Dirigente ha chiesto un paio di giorni per studiare il caso Teatro di Messina, ma la stessa – affermano Crocè e Raffa – vuole rendersi conto delle cause che hanno creato una crisi di tale portata, che difficilmente, a bocce ferme, sembra poter essere superata».

La FP CGIL ha dunque chiesto e ufficializzato la convocazione di un tavolo di crisi  presso il Dipartimento. «È necessaria – concludono le sindacaliste – la convocazione delle OO. SS. regionali per affrontare le problematiche del Teatro a 360°. La dirigente ha assunto l’impegno di convocare le organizzazioni sindacali nella prima decade del mese di dicembre. La FP CGIL Sicilia, unitamente alla FP CGIL  di Messina, chiederà al Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci e alla deputazione messinese di salvare il Teatro anche attraverso interventi legislativi».

(78)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *