Bonus Cultura per i 18enni: ecco come funziona la 18app

Foto di libriDal 2016 i neo diciottenni hanno a disposizione un Bonus Cultura, una carta elettronica del valore di 500 euro, attivabile tramite l’applicazione web 18app, da spendere in prodotti e attività di diverso tipo, dall’acquisto di libri, al cinema, ai concerti.

La misura è stata introdotta con la Legge di Bilancio 2016 per volontà del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Turistiche (Mibact) e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con lo scopo di promuovere la cultura tra i giovani.

Chi ha compiuto 18 anni nel 2017 ha, quindi, la possibilità di registrarsi all’interno della piattaforma 18app fino al 30 giugno e di spendere il buono fino al 31 dicembre 2018. La somma è destinata a tutti i neo maggiorenni residenti in Italia, sia italiani che stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Il Bonus Cultura può essere utilizzato sia in negozi fisici che virtuali e può essere speso in:

  • Cinema (abbonamento card/biglietto d’ingresso);
  • Concerti (abbonamento card/biglietto d’ingresso);
  • Eventi culturali (biglietto d’ingresso a festival, fiere culturali, circhi);
  • Libri (in formato audiolibro, ebook o cartaceo);
  • Musei, monumenti e parchi (abbonamento card/biglietto d’ingresso);
  • Teatro e danza (abbonamento card/biglietto d’ingresso);
  • Musica registrata (cd, dvd musicali, dischi in vinile, musica on line);
  • Corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

Come funziona?

18app è un’applicazione web, ed è quindi accessibile tramite browser dal proprio smartphone, tablet o computer.

Registrazione

bonuscultura1Per usufruire del Bonus Cultura occorre, innanzitutto, avere un’identità digitale, altrimenti detta SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Per ottenerla basta seguire la procedura indicata sul sito istituzionale scegliendo il sistema che si preferisce tra le alternative disponibili, ovvero: Aruba, Infocert, Poste Italiane, Namirial, Intesa, Sielte e Tim. Le diverse procedure sono abbastanza veloci, non richiedono in media più di quindici minuti, e alcune possono essere svolte interamente online. Tutte le informazioni necessarie, servizio per servizio sono disponibili a questo link.

Ultimata la registrazione della propria identità digitale è possibile collegarsi all’applicazione web 18app, inserire i propri dati SPID dove richiesto, e completare la procedura fino all’accettazione della normativa. Una volta terminata la compilazione di tutti i campi, comparirà sul dispositivo utilizzato un “portafoglio” con su indicata la somma a disposizione dell’utente.

Utilizzo

Una volta effettuato l’accesso a 18app tramite le proprie credenziali SPID, usufruire del buono è semplice. Basta:

  • Andare alla voce del menù a tendina “Crea nuovo buono”;
  • Scegliere se compiere l’acquisto online o presso un esercente fisico;
  • Selezionare il tipo di bene da comprare;
  • Generare il buono inserendo nel modulo che comparirà la cifra necessaria all’acquisto;
  • Selezionare la voce “Crea Buono”.

bonuscultura2In linea di massima conviene sempre controllare che il negozio, fisico o online, in cui si vuole effettuare l’acquisto aderisca all’iniziativa. Per farlo si può consultare la voce “Dove spendere i buoni” del menù laterale. Una volta effettuato l’accesso alla pagina si dovrà indicare il tipo di esercizio, fisico o online e poi la tipologia di bene. Da lì, se si è scelto di acquistare in un negozio fisico, comparirà un modulo di ricerca per indirizzo o comune. Sarà possibile consultare l’elenco, con le relative indicazioni oppure visualizzare la mappa. Per il comune di Messina, per esempio, sono indicati in totale 22 negozi in cui è possibile acquistare libri.

bonuscultura4

Per completare l’acquisto occorre presentare alla cassa o il buono stampato o i dati identificativi del buono, corredati di codice alfanumerico di 8 cifre, QR code e barcode, direttamente dal proprio dispositivo (smartphone o tablet). Nel caso si sia scelto di acquistare online, basterà inserire al momento del pagamento il codice del buono generato.

Man mano che si fanno acquisti usando il Bonus Cultura, il “portafoglio” segnalerà quanto si è speso e quanto è rimasto.

I dati del 2017

I dati del Mibact aggiornati al 30 novembre 2017 indicano che circa 600mila ragazzi (tra i diciottenni del 2016 e quelli 2017) hanno utilizzato l’applicazione spendendo oltre 163 milioni di euro.

1512204336371_img1I numeri, riferiti al periodo compreso tra il 3 novembre 2016 e il 30 novembre 2017, mostrano che i beni maggiormente acquistati sono stati i libri, per la gran parte cartacei, ma anche qualche ebook. A seguire, biglietti di concerti, cinema e musica registrata, categoria introdotta insieme ai corsi formativi a partire dai nati nel 1999.

Con l’approvazione della Legge di Bilancio 2018 sono stati stanziati 290 milioni di euro annui per prorogare il Bonus Cultura al 2018 e al 2019, e quindi ai nati nel 2000 e 2001. Chi compie 18 anni nel 2018 potrà attivare 18app non appena il decreto attuativo verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

(657)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *