Monte di Pietà, domani la presentazione del nuovo libro di Ninni Bruschetta

locandina manuale di sopravvivenzaDomani alle 11 al Monte di Pietà l’attore  Ninni Bruschetta presenterà il suo libro Manuale di sopravvivenza dell’attore non protagonista (Fazi Editore). Saranno presenti Daniela Bonanzinga, titolare dell’omonima  libreria, Filippo Romano, commissario della Provincia Regionale Siciliana, Franco Cicero, giornalista della Gazzetta del Sud, e l’autore.

Ha scelto la sua città natale Ninni Bruschetta per presentare l’ ultimo libro perché, come scritto nella prefazione, lui è sempre “…l’uomo che torna a se stesso a fine giornata, apprezzando l’amore per il proprio lavoro senza essere troppo distratto dalla fama.”

Le positive recensioni dei critici sulla innovativa messa in scena de l’ “Amleto di William Shakespeare”, di cui ha curato la regia, e in questi giorni in scena in vari teatri della penisola; gli applausi convinti di liceali e spettatori adulti; la notorietà a seguito dei tanti ruoli interpretati in tv e al cinema, in effetti non sembrano aver cambiato l’uomo Ninni Bruschetta.

Nelle pagine di Manuale di sopravvivenza dell’attore non protagonista, attraverso il racconto, a volte esilarante altre meno, delle sue esperienze teatrali, televisive, cinematografiche Ninni Bruschetta traccia il proprio percorso artistico e anche quello più personale, intimo. Rende omaggio a coloro che ha sentito come maestri e rivelando quali uomini e quali eventi siano, a suo avviso, degni di essere gelosamente protetti e custoditi, tratteggia quasi inconsapevolmente anche la sua personale scala di valori. Ma non solo. Attraverso ricordi, citazioni e aneddoti, con sferzante ironia rivela quale realtà si celi dietro quel piccolo e grande schermo che i più vedono come magico, e  con affettuosa irrisione sfata alcuni dei miti legati alla popolarità e al successo. Così  facendo delinea un volto inedito dell’attore, quello di un professionista “in grado di apprezzare il lavoro che fa, senza il peso di un ruolo a gravargli sulle spalle”. Ironia e autoironia spessissimo si fondono, e dal momento in cui oggi non può negare di essere uno dei volti più noti di cinema e tv a chi glielo fa notare, celando il suo filosofico senso della vita dietro un sornione sorriso, spesso ripete “Non sai quando, ma tutto questo finirà… Così all’improvviso….” 

(127)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *