Uccelli di specie protette venduti al mercato di Piazza del Popolo, sequestro della GdF

I volatili sequestrati dalla Guardia di Finanza

I volatili sequestrati dalla Guardia di Finanza

Il venditore esponeva indisturbato gli uccellini all’interno di alcune gabbie sistemate a Piazza del Popolo, pronto a venderli. Ma la Guardia di Finanza di Messina ha stroncato la sua attività, denunciandolo per violazione della legge sulla fauna selvatica e sequestrando i volatili, 80 in tutto.

L’episodio rientra in un’attività  finalizzata alla tutela dell’ambiente e delle risorse venatorie. Dopo appostamenti e sopralluoghi, i Finanzieri hanno smascherato il commerciante, che vendeva gli uccellini al mercato rionale che si svolge la domenica proprio a Piazza del Popolo, in pieno centro.

Gli 80 esemplari, tra cardellini, verzellini e fanelli, sono stati così sequestrati e il venditore denunciato. Rischia l’arresto e un’ammenda fino a 4mila euro. Le norme vigenti vietano sia la detenzione che l’acquisto e la vendita di specie protette. Anche per chi acquista animali appartenenti alla fauna selvatica, dunque,  sono previste sanzioni amministrative per importi che superano i 770 euro.

I volatili, dopo una verifica delle loro condizioni di salute da parte del responsabile del “Centro Recupero Fauna Selvatica” di Messina, Anna Giordano, sono stati liberati nei pressi del Forte Ferraro, sui colli San Rizzo.

 

(260)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *