Tusa. Reati ambientali e abuso d’ufficio: indagato il sindaco

foto del comune di tusa
Accusato di abuso d’ufficio, turbativa d’asta e reati contro l’ambiente il sindaco del Comune di Tusa, Angelo Tudisca, insieme con il responsabile dell’Area Tecnica dello stesso comune, Giuseppa Levanto e i tre titolari e gestori di fatto della ditta Barbera Servizi e Logistica s.r.l.s., ditta che gestiva fino al marzo scorso l’appalto per la raccolta e il trasporto dei rifiuti dei comuni di Tusa e Motta D’Affermo.

Le operazioni investigative risalgono al marzo scorso quando i carabinieri della Compagnia di Mistretta hanno sequestrato l’area adibita allo smaltimento dei rifiuti speciali pericolosi. Le forze dell’ordine avevano anche accertato che le acque provenienti dal lavaggio dei mezzi utilizzati per trasportare i rifiuti venivano illecitamente scaricate nel greto del torrente Tusa, noto per la presenza delle opere della fondazione “Fiumara d’arte”.

Nel corso delle indagini sono emerse anche numerose violazioni urbanistiche, poiché la ditta non aveva mai chiesto nessuna autorizzazione al Comune né agli enti preposti per la costruzione di svariati fabbricati e manufatti, né l’autorizzazione alla Sovrintendenza dei Beni culturali (essendo una zona soggetta a vincolo paesaggistico).

(82)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *