Tenta di uccidere un 46enne per un debito non onorato. Arrestato

DI SALVO EMANUELEI Carabinieri della Stazione di Pace del Mel, insieme ai colleghi del Nucleo operativo di Milazzo hanno arrestato il 21enne Emanuele Di Salvo, già noto alle forze dell’ordine, per i reati  di  tentato omicidio e detenzione e porto illegale di armi da sparo.

I fatti risalgono allo scorso 21 aprile quando Di Salvo, a bordo di uno scooter, si è recato davanti all’abitazione di un 46enne di Gualtieri Sicaminò, anch’egli già noto alle forze dell’ordine, con il chiaro intento di ferirlo mortalmente. Quest’ultimo che abita in un vicolo cieco, non avrebbe dovuto avere vie di fuga a seguito dell’agguato. Tuttavia grazie a una sua fulminea reazione è riuscito ad evitare una tragedia e a salvarsi la vita. La vittima, mentre era intenta alla riparazione di un motorino all’esterno dell’abitazione, insospettitasi per il rumore “anomalo” di un scooter in arrivo a bassissima velocità in quel vicolo cieco, percepiva il pericolo e si metteva in allarme. Intuito che si stava per consumare un agguato, il 46enne si è lanciato addosso alla moglie dietro la porta di casa, evitando i colpi d’arma da fuoco. Di Salvo, infatti, giunto a grande velocità davanti all’abitazione della vittima, ha esploso con un fucile a canne mozze due colpi  a pallini calibro 16 ad altezza uomo. Resosi conto che l’agguato non aveva ottenuto l’effetto desiderato, il giovane è fuggito  a bordo dello scooter,  facendo perdere le proprie tracce.

In poco tempo i Carabinieri sono riusciti  a ricostruire quanto accaduto e dopo indagini serrate hanno individuato l’autore dell’agguato.  Non sono del tutto chiare le motivazioni alla base dell’episodio. Secondi i militari dell’Arma ci sarebbero forti attriti tra l’aggressore e la vittima,  a seguito di un presunto debito non onorato nell’ambito della criminalità locale. Di Salvo, arrestato per tentato omicidio e detenzione e porto illegale di un fucile, si trova adesso nel carcere di Messina Gazzi.

 

(212)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *