Taormina. La Guardia di Finanza scopre hotel fantasma e case affittate in nero

Foto dell'auto della guardia di finanzaAnche quest’estate la Guardia di Finanza ha intensificato i controlli finalizzati alla lotta all’evasione fiscale nel settore immobiliare. Sotto la lente d’ingrandimento delle Fiamme Gialle sono finiti i proprietari di seconde e terze case nelle località di vacanza.

A Taormina la Guardia di Finanza ha scoperto l’esistenza di diversi “ghost hotel”. Sono stati individuati, infatti, Bed & Breakfast completamente sconosciuti al Fisco e appartamenti affittati in nero. I soggetti che li gestivano hanno omesso di dichiarare redditi per oltre 130 mila euro.

I controlli sono stati effettuati sul tutto il territorio nazionale ed il quadro che ne è venuto fuori mostra un vero e proprio mercato nascosto degli affitti. Sugli 895 controlli complessivamente svolti, infatti, uno su due è risultato irregolare. 539 le violazioni rilevate. In Puglia, Toscana e Lazio i casi più numerosi.

(519)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *