Sub agenti Ina Assitalia intascavano i soldi degli assicurati: 400 mila euro

carabinieribellaLui 58enne, lei 53enne, due coniugi di Barcellona, sub agenti della compagnia assicurativa Ina Assitalia, entrambi indagati per appropriazione indebita aggravata, falsità in scrittura privata e truffa. Dall’analisi delle polizze si è accertato che gli indagati, in concorso tra loro, con più azioni esecutive e in tempi diversi, si sono appropriati, indebitamente, di ingenti somme di denaro derivate dai premi versati dai loro clienti. Inoltre, i due rilasciavano false quietanze per attestare l’avvenuto pagamento dei premi inerenti le polizze dei clienti e, in alcuni casi, davano vita a false polizze assicurative. Sarebbero 30 le vittime dei loro raggiri e ammonterebbe a 400 mila euro il loro guadagno, frutto di azioni illegali reiterate negli anni. Dalle indagini è emerso che i due coniugi, approfittando della fiducia dei propri clienti, trattenevano per loro, senza versarli nelle casse dell’Ina Assitalia, i premi assicurativi, rilasciando false quietanze. In altri casi stipulavano false polizze assicurative appropriandosi del premio versato dai clienti. La documentazione, sequestrata ed esaminata dai Carabinieri, parla chiaro. Sono in corso ulteriori accertamenti da parte della Polizia giudiziaria che potrebbero ancora far aumentare l’ingiusto profitto, fin ora quantificato in 400 mila euro. 

(54)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *