Studentessa precipitata in una botola. L’Università di Messina apre un’indagine

Il Rettore dell’Università di Messina, il prof. Salvatore Cuzzocrea annuncia l’avvio di un’indagine interna per far luce sull’incidente che ha coinvolto ieri una studentessa, precipitata in una botola mentre si trovava all’interno del plesso di Contrada Papardo, ed esprime la propria vicinanza alla ragazza.

L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di ieri, mercoledì 19 dicembre, intorno alle 18.00. La studentessa di 23 anni è precipitata in una botola mentre si trovava all’interno del plesso universitario per assistere alle sessioni di laurea in Biologia. La giovane è subito stata trasportata d’urgenza al Papardo, dove ha ricevuto le prime cure. Il Rettore Cuzzocrea, informato dell’accaduto si è recato in ospedale per verificare le condizioni di salute della ragazza e per offrire, in caso di necessità, le strutture del Policlinico “G. Martino”.

Dalle prime ricostruzioni, la botola in cui è caduta la ragazza era coperta da una grata che però si è staccata. Già nella serata di ieri i responsabili dell’Unità Speciale dei Servizi Tecnici di Unime si sono recati sul luogo dell’incidente per effettuare un sopralluogo e cercare di comprendere la dinamica dell’accaduto. Nell’immediato, inoltre, sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco.

L’indagine interna è finalizzata ad accertare le responsabilità dell’accaduto. Quando la situazione si farà più chiara, si prenderanno tutti i provvedimenti del caso.

La studentessa si trova adesso nel reparto di Chirurgia maxillofacciale dell’Ospedale Policlinico.

(297)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *