Stop alle comunicazioni sui social per Cateno De Luca

Cateno De lucaStop alle comunicazioni sui social per Cateno De Luca: troppi sono, secondo la Procura, i post su Facebook pubblicati durante la restrizione ai domiciliari, scattata mercoledì scorso.

In data odierna il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Messina, Carmine De Rose, ha deciso di accogliere la richiesta della Procura e provvedere al divieto di comunicazioni con l’esterno, inasprendo dunque la misura cautelare già in atto da mercoledì scorso.

Cateno De Luca, a pochi giorni dalla sua elezione al Consiglio dell’ARS, era stato arrestato in un’azione congiunta di Carabinieri e Guardia di Finanza. Accusato di associazione a delinquere finalizzata all’evasione di circa 1,7 milioni di euro, l’ex Sindaco di Fiumedinisi è ristretto da mercoledì ai domiciliari.

Arresto Cateno De Luca: «Massoneria e poteri forti non vogliono che sia sindaco di Messina»Il neo-deputato regionale non si è però sottratto, nonostante la misura cautelare, al confronto sui media ed ha, quasi quotidianamente, continuato a difendere la sua posizione attraverso post e video su Facebook. A dare ulteriore forza all’invettiva di De Luca l’assoluzione, avvenuta venerdì 10 novembre, per l’indagine “Sacco di Fiumedinisi“.

Sabato mattina, il neo-deputato regionale, era stato sottoposto dal GIP ad interrogatorio di garanzia ed i suoi legali, gli avvocati Carlo Taormina e Tommaso Micalizzi, avevano chiesto la revoca dei domiciliari. De Luca, dopo il confronto con il GIP, aveva annunciato un “silenzio di 48 ore” così come suggerito dai suoi legali: «Non farò altri post e non potrò, ovviamente, rispondere alle centinaia di telefonate e messaggi che mi pervengono». Il silenzio è durato circa due ore, fino a quando De Luca non ha ripreso a pubblicare post e contenuti multimediali sia di ringraziamento che di ambito politico.

Comunicazione interrotte, dunque, per  Cateno De Luca fino ad ulteriore decisione. Si attende, infatti, l’esito riguardo l’eventuale revoca degli arresti domiciliari in merito al quale il GIP non sì è ancora espresso.

(229)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *