Simona è in gravissime condizioni: quel cartellone che le è caduto addosso l’ha colpita ovunque. E’ inchiesta

Simona CelesteSi chiama Simona Celeste, è una bella ragazza di 19 anni, ma da stamani lotta per la vita al reparto di Terapia Intensiva del Policlinico, dopo che le è crollato addosso un grande cartellone della segnaletica, all’interno del parcheggio Cavallotti.

Simona era lì in attesa dell’autobus che doveva trasportarla a scuola, quando quel vecchio cartellone, che da tempo andava sostituito, le è finito addosso, senza lasciarle intatta alcuna parte del corpo.

Testa, spalle, torace, addome, gambe, la ragazza è politraumatizzata. Al Policlinico è stata dapprima suturata con parecchi punti alla coscia, laddove aveva un grosso squarcio. Poi, due Tac hanno rivelato che, oltre ad un vasto trauma cranico, ha del liquido a livello cerebrale: se non dovesse riassorbirsi, il neurochirurgo dovrà effettuare un drenaggio.

Ma Simona ha riportato anche trauma addominale e toracico: l’hanno sottoposta a drenaggio toracico. La sfortunata ragazza, al momento, è intubata.

Adesso i medici sono cauti, dicono che bisognerà aspettare dalle 48 alle 72 ore perche possa essere dichiarata fuori pericolo. Fuori dal reparto di terapia intensiva, in attesa, a pregare, un padre e una madre, un andirivieni di amici e parenti: tutti ancora increduli che a Simona, mentre aspettava l’autobus, sia crollato un vecchio cartellone addosso. Che da tempo, tanto tempo, andava sostituito.

La procura ha avviato un’inchiesta.

(40136)

8 Comments

  • Carmelo scrive:

    Siamo una vergogna in questa Citta….adesso Caro Renato dopo che eh successo il danno ti metti all’opera x far controllare le insegne ed altro vero????
    Inveve di piantare le piantine ecc ecc xche nn provvexevi prima alle cose piu serie….ahhh noo forse con le piantine hai avuto degli introidi giusto…???.dimenticavo che qualunque mangiafranco il primo tu pensi prima x te eh poi le mollichine le metti a disosizione….cmq lasciamo stare d speriamo che tutto si possa risolvere….
    ACCORINTI….DIMETTITI….

  • salvatore caminiti scrive:

    Messina è piena di seri pericoli per i suoi cittadini. Vero è che, questa problematica, insiste da molti anni, come è pure vero che questa Giunta ha superato ogni limite di “pessima amministrazione”. Peccato che tanta sbandierata ONESTA’ non sia supportata dalla necessaria ed imprescindibile DIGNITA’ !!! p.s. peggio, e ce ne vuole, di “quellicheceranoprima” !

  • salvatore pizzuto scrive:

    caro renato sono un tuo ex alunno ma non ti ho votato non perchè non sei all’altezza della situazione ma solo perchè chi ti circonda è chi ti ha messo lì lo ha fatto solo per i suoi scopi ora se vuoi ripristinare ed essere il renato che io ricordo esci le palle butta fuori questa giunta è vedi come cambia tutta la città senza rancore ciao

  • Dario Drommi scrive:

    La verità è che questa città sta cadendo a pezzi. Gli alberi non curati a dovere, le strade piene di fossi, la spazzatura non viene ritirata sporcando le strade piene di erbacce. Mancano tutti i servizi necessari a far decollare il turismo e per i rifugiati africani che vengono trattati come bestiame da parcheggiare. A farne le spese sono i nostri figli che si vedono immersi in contesti sociali fuori dal mondo dove regna l’ignoranza, l’egoismo e la prepotenza. Quest’ultimo fatto increscioso pone anche il problema della sicurezza pedonale ed a farne le spese sono i nostri figli……. non ne parliamo poi della sicurezza stradale che risulta alquanto deficitaria. Un disastro che mi porterà sicuramente ad abbandonare questa città che amo tanto!! Che tristezza!! In bocca al lupo alla giovane Simona!!!

  • salvo scrive:

    Uno schifo senza precedenti…la città cade a pezzi. ..spazzatura…buche…malcuria di tutto di più. .è poi extracomunitari in ogni angolo…senza una identità. .se fanno qualcosa nessuno sa chi é. .sn fantasmi e pericolosissimi. .non x essere razzisti x carità Ke é così. ..non va qst città potrebbe essere u a gemma invece è carbone..la politica passata faceva schifo..quella di ora pena..vergogna. ..si vedono pali dell’illuminazione pendenti prossimi a cadere sia sulla tangenziale..sia nella zona sud che nord…ripeto una vergogna

  • Anna scrive:

    Leggo che in un momento così tragico accusate il sindaco la giunta ….cercate di chi è colpa. Vi assicuro che la magistratura sarà molto attenta in questo caso. Piuttosto direi che sarebbe bene chiedere alla famiglia se ha bisogno di aiuto. E parlo di ogni tipo di sostegno che si possa dare . Tiriamo fuori la sicilianita’ e stringiamoci intorno alle famiglia. Un saluto carissimi MISSINISI

  • Edoardo scrive:

    I gabinetti caro Renato di sicuro li curi più di Messina, ipocrita, anche mia figlia giovane è caduta causa marciapiede a pezzi si è spazzata un gomito, intervento, un anno di terapia e 15% di invalidità, causa al comune, niente, l’importante è che le vostre pance siano piene

  • Ser scrive:

    Ebbene…ho letto tutti i commenti scatenati da una tragedia immane dove si spera x Simona non ultima vittima sacrificale di una città alla deriva; incuria totale, strade/ illuminazione/ e presenze…di profughi supportate solo da chi ci mangia sù, politici chiese conventi adibiti …ad hoc x ospitarli con lauti compensi di cosa parliamo. Basta assenza profonda di interpretazione di un turismo in crescita dove siamo assenti e presenti invece nell’ errore e nella costante forma a delinquere lecitamente. Che schifo !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *