Si amano, poi lui la minaccia con lamette da barba e lei lo denuncia

violenza-su-donna-1024x667Da rose e fiori di inizio rapporto, a minacce di morte. Così finisce la storia d’amore tra due giovani: lei che denuncia e lui che viene arrestato.

Si tratta di S.G., messinese, 19enneritenuto responsabile del reato di atti persecutori nei confronti della convivente.

La relazione tra i due è iniziata qualche mese fa, secondo i migliori auspici, e con tutto quello che può rendere fiabesco un amore tra due giovani. Passeggiate romantiche, carezze amorevoli, salvo poi trasformarsi, in poco tempo, in un incubo.

L’idillio tra i due giovani è stato distrutto, secondo quanto riferito dalla ragazza, dalla gelosia del suo compagno. Una convivenza che era diventata insostenibile a causa dell’atteggiamento morboso e ossessivo del fidanzato che aveva iniziato a controllare il telefono della giovane, per poi vietarle addirittura di uscire con le amiche. Sono seguite minacce di morte e percosse.

Il fatto più grave,  che ha spinto lei a chiedere l’intervento dei Carabinieri, risale a fine agosto. Lui, in preda ad un attacco di gelosia, ha minacciato di morte la convivente, utilizzando delle lamette da barba e, dopo averla picchiata, l’ha costretta ad un rapporto sessuale.

La ragazza ha finalmente trovato il coraggio di raccontare tutto ai Carabinieri che, dopo aver indagato sulla vicenda ascoltando le testimonianze di amici e parenti, hanno ricostruito il tutto.

Un amore che si credeva fosse nato sotto una buona stella, si è invece rivelato una drammatica follia.

Il 19enne si trova adesso nel carcere di  Gazzi.

(222)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *