Riciclava “gratta e sosta”. Scoperto e denunciato

sosta a pagamentoSe c’è qualcuno che pensa che gli ausiliari del traffico siano tonti, sappia che non è così. Lo ha scoperto a proprie spese un 65enne dall’ingegno truffaldino. E’ stato denunciato per truffa e falsificazione di biglietti o tagliandi. L’uomo aveva ideato un sistema per parcheggiare la propria auto nelle soste a pagamento,utilizzando lo stesso “gratta e sosta”.
In pratica ha riciclato un tagliandino: prima sosta il 13 aprile; seconda lo scorso 4 luglio. Due ausiliari del traffico hanno notato la manomissione. Lo hanno segnalato alla Polizia municpale. E’ scattata la denuncia.

(46)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *