Messina. Quartieri sicuri: la Polizia di Stato dispone un arresto e due denunce

Continua l’operazione “Quartieri Sicuri“, dei poliziotti della Questura di Messina: un ‘attività intensa che ha portato, tra numerosi provvedimenti, a un arresto per reati di truffa e sostituzione di persona.

“Quartieri Sicuri” mette in campo operatori delle Volanti, della Squadra Amministrativa, della Divisione Anticrimine, del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, del Reparto Cinofili di Catania, della Sezione di Polizia Giudiziaria e della Sezione Radiomobile della locale Polizia Municipale.

Parola d’ordine “sicurezza” attraverso controlli a tappeto per scoraggiare e reprimere le più svariate tipologie di reato. Alta l’attenzione anche sulle aree maggiormente frequentate dagli assuntori di sostanze stupefacenti, per contrastare lo smercio di droga.

Ottimi sono i risultati: due denunciati in stato di libertà, rispettivamente per furto e per false attestazioni delle proprie generalità. Una la persona arrestata, in esecuzione dell’ordine di carcerazione, per i reati di truffa e sostituzione di persona. Trattasi di Loreto Saglibene, nisseno di 58 anni.

Sottoscritti, inoltre, dal Questore Mario Finocchiaro ben quattro avvisi orali nei confronti di altrettanti soggetti, autori di delitti di diversa natura.

300 le persone e 958 i veicoli sottoposti a controllo. Elevati 10 verbali al codice della strada, sequestrati mezzi ed effettuate perquisizioni.

FONTE: Questura di Messina

(358)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *