“Poker Valley”. La GdF sequestra 140 videopoker irregolari e oltre 140mila euro

Poker Valley1Poker ValleyVasta operazione dei finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Messina che, coordinati dal sostituto procuratore Roberta La Speme, hanno eseguito, nei giorni scorsi, decine di perquisizioni nei confronti delle società di noleggio di apparecchiature da gioco e intrattenimento della città.

L’attività investigativa scaturisce dall’analisi dei dati raccolti durante gli interventi e a seguito dei sequestri operati nella città nel corso degli ultimi anni, che hanno consentito di risalire a una rete di distribuzione di macchine da gioco attiva nella zona sud della città.

Diversi indizi hanno portato le Fiamme Gialle a individuare una società operante nello specifico settore che, pur avendo formalmente comunicato al fisco, già a partire dal 2003, la sua chiusura, continuava la sua attività di distribuzione degli apparecchi da intrattenimento in completa evasione, utilizzando – secondo quanto appurato dagli inquirenti – in tutta la città macchine artatamente modificate, non rispondenti ai requisiti previsti dalla legge e dunque pericolose per gli ignari avventori.

Nel corso degli interventi sono stati sequestrati 140 videopoker irregolari, quasi 400 schede gioco modificate e sono stati sottoposti a sequestro oltre 140mila euro in contanti.

L’attività delle Fiamme Gialle è volta alla lotta all’evasione fiscale; tutela del mercato; protezione dei consumatori; prevenzione delle possibili infiltrazioni di organizzazioni criminali nella gestione delle attività lecite e illecite legate ai giochi, «spesso utilizzate – concludono – come canale per il riciclaggio di proventi derivanti da altre attività criminose».

(61)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *