Operazione Matassa. Chiusura indagini, indagati Genovese e Rinaldi. La difesa: “Dimostreremo l’insussistenza dei fatti contestati”

tribunale-bella-bella-per-nuovo

Non finiscono i guai giudiziari per gli onorevoli Francantonio Genovese e Franco Rinaldi, ex Pd oggi passati a Forza italia, già imputati nel processo Corsi d’oro ,sulla Formazione, sembravano essere sfuggiti all’inchiesta che diede il via alla operazione Matassa, scattata nel maggio scorso.

La maxi operazione di polizia, condotta dalla Squadra Mobile di Messina, che al suo avvio vide coinvolte 35 persone, tra cui 26 raggiunte da ordine di custodia cautelare in carcere e 9 sottoposte agli arresti domiciliari,e che portò alla luce, tra vari reati, anche un presunto voto di scambio, oggi è giunta alla tappa finale: la chiusura delle indagini. Ed oggi, ai 35 indagati se ne aggiungono altri 19. Tra questi anche gli onorevoli Genovese e Rinaldi. Per i due deputati, uno nazionale, l’altro regionale, l’accusa è associazione a delinquere al fine di “commettere una serie indeterminata di delitti di corruzione elettorale”.

La loro posizione è strettamente collegata a quella di Paolo David, ex consigliere comunale, anche lui prima Pd, poi Forza Italia, che venne arrestato allo scattare della operazione Matassa, accusato dello stesso reato.

Secondo quanto stabilirono le indagini, sarebbe stato realizzato un sistema clientelare per procurare voti agli onorevoli Rinaldi, Genovese e allo stesso David, in occasione delle elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale nell’ottobre 2012 e delle elezioni politiche del febbraio 2013 e delle Amministrative del giugno 2013. Tutto ciò in cambio di denaro, generi alimentari, assunzioni in strutture sanitarie, agevolazioni per il disbrigo di pratiche elettorali ed altro.

Indagato anche l’ex consigliere comunale Giuseppe Capurro, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, “per aver contribuito, senza farne parte, alla realizzazione degli scopi e al rafforzamento dell’associazione mafiosa guidata da Carmelo Ventura, boss di Camaro”.

L’avvocato Nino Favazzo, legale di Genovese e Rinaldi, ha dichiarato:
” Ho ricevuto in dato odierna l’avviso di conclusione indagini della operazione Matassa, che in questa fase vede indagati anche gli onorevoli Genovese e Rinaldi. In attesa di poter visionare gli atti d’indagine compiuti dopo la esecuzione della misura, sono certo che riusciremo a dimostrare la insussistenza del fatto associativo cosi come contestato, e comunque la estraneità dei due parlamentari ai fatti contestati.”

Patrizia Vita

(621)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *