Operazione Campus: il TdL annulla il reato associativo. Solo divieto di dimora per Caratozzolo

tribunale-MeIl Tribunale del Riesame,accogliendo la richiesta avanzata dall’avvocato Bonni Candido, ha annullato la misura cautelare disposta dal gip nei confronti del professore Marcello Caratozzolo,docente di Statistica e Matematica nell’ateneo messinese, agli arresti domiciliari dallo scorso 6 luglio nell’ambito della operazione Campus. Per lui, i giudici del Riesame hanno disposto il divieto di dimora. Il provvedimento scaturisce dall’annullamento del capo A, ovvero l’accusa di associazione a delinquere che gravava sul docente messinese.
Marcello Caratozzolo, con Antonio Domenico Montagnese, Santo Rando Galati, detto Dino,ex consigliere provinciale a Messina, erano stati accusati di associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso finalizzata alla corruzione, al traffico illecito di influenze, al millantato credito, al voto di scambio e ad altri delitti con la pubblica amministrazione.
L’operazione Campus aveva portato alla luce manipolazioni esterne nelle prove di ammissione alle facoltà a numero chiuso e agli esami universitari. Ai vertici del gruppo , secondo l’accusa, il calabrese Montagnese, ritenuto legato a esponenti della ‘ndrangheta. Anche per lui, per Galati Rando e Salvatore D’Arrigo, accusato di tentata estorsione continuata ed aggravata dal metodo mafioso, è attesa la decisione del Tribunale del Riesame.

(46)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *