Ondata di furti in città: 6 in manette

polizia1Sventato dalla Polizia un tentato furto in un’abitazione di Tremestieri. In due in sella a uno scooter, notata la Volante hanno tentato di darsi alla fuga. Uno dei due ˗ Aurelio Cocuzza, 42 anni, già noto alle forze dell’Ordine ˗ è stato bloccato e arrestato per furto aggravato in concorso con ignoti; l’altro è riuscito a scappare perdendo, durante la fuga, un borsone contenete un computer e un orologio da donna. Sul posto, insieme a loro, erano presenti altri complici che sono riusciti però a scappare. La refurtiva recuperata è stata riconsegnata al legittimo proprietario.

Intorno all’1.30, altro furto segnalato in atto in un esercizio commerciale del Centro. A finire in manette sono stati: Alessandro Cipriani, 38 anni, originario della provincia di Reggio Calabria ma residente a Messina,  e tre messinesi, Cristian Cipriani, 19 anni; Emanuele Panarello, 46 anni, e Antonino Zullo, 37 anni, già noti alle forze dell’Ordine, ritenuti responsabili del reato di furto aggravato. Dopo aver divelto la serratura della saracinesca, utilizzando una tronchesina, i quattro si erano introdotti nell’esercizio commerciale asportando dalla cassa 45 euro e un numero non ancora quantificato di “Gratta e Vinci”.

Sempre ieri, altra vicenda, altro luogo: Sebastiano Abbate, 25 anni, già noto alle forze dell’Ordine, è stato arrestato, in concorso con altra persona rimasta ignota, per i reati di furto aggravato, danneggiamento  e detenzione di arnesi atti allo scasso.

Il giovane, insieme al suo complice, era stato bloccato all’ospedale Papardo per  aver danneggiato alcuni distributori automatici di bevande e snack. In tutto sono sette quelli danneggiati, di cui quattro scassinati e privati dell’incasso. Accanto a uno di questi, gli agenti  hanno rinvenuto e sequestrato due piedi di porco, un palanchino e un grosso cacciavite. Inoltre, la perquisizione personale e dell’auto del 25enne hanno  permesso il rinvenimento e il sequestro di altri due piedi di porco e di arnesi vari atti allo scasso.

(87)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *