Minaccia di morte le zie per l’eredità del nonno. Arrestato


ammanettatoUna questione di eredità, storia vecchia come il mondo, che si trascina per anni tra parenti, ha portato in carcere il nipote e sollevato da un incubo due anziane zie, sorelle del padre dell’arrestato. Francesco Tricamo, commerciante di vini, 52 anni, di Milazzo, è stato arrestato per i reati di minacce ed estorsione nei confronti delle zie, con cui da anni era il lite per diverse proprietà frutto di un’eredità.

Un botta e risposta di denunce tra i contendenti, sfociate anche, secondo quanto stabilito dalle indagini, in lettere anonime che Tricamo avrebbe inviato alle due anziane. Qualcuna, oltre a richieste di denaro ( 5000 euro), pena il rogo delle loro auto o la morte, conteneva anche cartucce calibro 12.
Un incubo per le due donne, ma anche per i legali che le assistevano nella lotta per l’eredità, visto che- secondo l’accusa- furono anche minacciati, in più occasioni, direttamente da Francesco Tricamo.
Una vecchia ruggine per la proprietà di beni, che per per 15 anni si è trascinata tra gli eredi, si è conclusa ieri con l’arresto del nipote.

(41)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *