Migranti rivoltosi distruggono 2 centri accoglienza a Fondachelli Fantina: volevano essere trasferiti a Messina. Accontentati

migranti rivolta nuovoFondachelli Fantina, nella giornata di ieri, ha vissuto al rivolta di ben 108 migranti minorenni, ospiti di 2 centri di accoglienza del comune. Primi a ribellarsi i 38 ricoverati in alcuni cameroni realizzati nel campo sportivo comunale, che volevano essere trasferiti a Messina. Non gradivano la vita di paese e, per ottenere il trasferimento in città, sono passati a vie di fatto. Si sono barricati all’interno della struttura di accoglienza, impedendo agli operatori di entrarvi, ed hanno anche distrutto gran parte degli arredi delle camerate. Sono intervenuti Carabinieri e Polizia nel tentativo di placarli, ma nulla da fare. A interrompere i tumulti solo l’ok della prefettura al loro trasferimento a Messina. In serata sono stati accompagnati nel capoluogo a bordo di un pullman.

Ma non è finita qui. La rivolta portata a buon fine con la capitolazione delle istituzioni è stata d’esempio per altri 70 migranti minorenni ospiti di un secondo centro di accoglienza della zona, il ‘Sebastiano Rosselli’. Mentre i primi 38, infatti, viaggiavano, finalmente accontentati, verso Messina, gli altri 70, compreso che basta far rumore e distruggere arredi per ottenere quello che si vuole, hanno dato inizio all’opera di convincimento con il metodo ‘rivolta’. Se funziona anche per loro, a breve altri 70 giovanissimi migranti raggiungeranno la città.

(3088)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *